Milito e Forlan salvano Ranieri

Inter

Milito e Forlan salvano Ranieri

L'attaccante dell'Inter, Diego Milito

Vincere con il Catania sarebbe come una medicina” così aveva detto il tecnico dell’Inter, Claudio Ranieri, nella conferenza stampa del match di ieri sera al Meazza.

E la medicina è si arrivata, ma stava per trasformarsi in una pillola amara per il tecnico Romano. Dopo i primi 15’ di gioco infatti, che ha visto un ottimo Forlan scaldare i guantoni a Carrizo, il Catania va in vantaggio con un micidiale contropiede.

Nagatomo, impegnato nella precedente azione d’attacco interista, non fa in tempo a rientrare su Gomez, che al 19’ minuto entra in area e con un dribbling sul giapponese, che aveva recuperato terreno sull’argentino, manda in rete la palla dello 0-1. Da qui in su solo Catania a San Siro, e al 38’ minuto con una azione però viziata da netto fuorigioco, la squadra di Montella raddoppia con Izco.

Allo scadere dei primi 45’minuti l’Inter va negli spogliatoi sotto di 2 goal con una pessima prestazione.

Nell’aria si palpava nettamente l’imminente esonero di Ranieri, ma nel secondo tempo il tecnico rivoluziona la squadra: fuori Cambiasso, Palombo e Faraoni e dentro Poli, Obi e Sneijder. Ed ecco la svolta, al 71’minuto un ispirato Forlan accorcia le distanze con un gran tiro che Carrizo non riesce a respingere. All’80’minuto Milito salva le sorti del tecnico e con un tiro imprendibile porta il risultato sul 2-2. In finale Pazzini va vicinissimo al 3-2 su assist del nigeriano Obi, ma il passaggio è troppo potente e il numero 7 nerazzurro non controlla.

Finisce 2-2 al Meazza, l’Inter riesce a guadagnare l’unico punto dopo 4 partite consecutive e visto come si mettevano le cose nel primo tempo, forse è un punto che vale la vittoria, soprattutto per Ranieri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche