Ministro Pinotti, finanziamenti all'Isis da alcuni paesi arabi - Notizie.it
Ministro Pinotti, finanziamenti all’Isis da alcuni paesi arabi
News

Ministro Pinotti, finanziamenti all’Isis da alcuni paesi arabi

Alla denuncia di Vladimir Putin, lanciata dal leader russo la scorsa settimana in chiusura del G20 di Antalya, ha risposto pochi giorni fa il ministro della Difesa italiano Roberta Pinotti.

Intervenuta nell’ambito di un convegno dello Iai a Roma, la Pinotti, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Reuters, ha confermato l’esistenza di fonti di finanziamento allo Stato Islamico provenienti da alcuni paesi della penisola araba, ma ci ha tenuto a precisare che, a essere coinvolti, sono soltanto gruppi ristretti e non i governi veri e propri di tali stati. “Sappiamo che all’interno di alcuni Paesi arabi ci sono state da parte di fondazioni private raccolte di finanziamenti” ha ammesso la ministra Pinotti, la quale però ha aggiunto che “dire che non bisogna avere rapporti con questi Paesi per questo motivo sarebbe come dire che non bisogna avere rapporti con l’Italia perché c’è la mafia“. “Certamente”, ha poi proseguito la Pinotti, “dobbiamo estirpare i finanziamenti ai terroristi, e proprio per questo con gli Emirati abbiamo la co-leadership del gruppo che nella coalizione anti-Isis cerca di capire da dove vengono i finanziamenti”. Nella sostanza, quindi, l’Italia starebbe collaborando con i paesi arabi per individuare le fonti dei finanziamenti al Califfato, senza interrompere affatto i rapporti con tali governi.

Anche Mauro Moretti è intervenuto al convegno, precisando che i paesi arabi “fanno parte di un fronte occidentale legittimato dagli Stati Uniti, e noi (Moretti ha parlato in qualità di amministratore delegato di Finmeccanica, ndr) facciamo parte di consorzi che ai Paesi del fronte occidentale danno sostegno”.

Sul tema del traffico di armi e della guerra è arrivato anche il commento di Papa Francesco, come riportato dal Corriere della Sera dello scorso venerdì. “Siamo vicini al Natale” ha detto il Pontefice in occasione delle omelie mattutine a Santa Maria, “ci saranno luci, feste, alberi luminosi, presepi… tutto truccato: il mondo continua a fare la guerra, a fare le guerre, non ha compreso la strada della pace”. “Questi che operano la guerra sono maledetti, sono delinquenti. Una guerra si può giustificare, tra virgolette, con tante ragioni. Ma quando tutto il mondo, come oggi, è in guerra, non c’è giustificazione”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche