Miracolo al Celtic Park, e’ tempo della favola infinita: Il Celtic e’ tornato COMMENTA  

Miracolo al Celtic Park, e’ tempo della favola infinita: Il Celtic e’ tornato COMMENTA  

A pochi giorni dal suo 125° compleanno il Celtic football club di Glasgow si riscopre super potenza calcistica dopo anni di dura astinenza dalla gloria del calcio. Terminata quest’ anno la storica rivalità sul campo e nelle strade di Glasgow col Rangers, ormai confinato in ultima divisione dopo il fallimento finanziario di questa estate, i Boyz (come usano chiamarsi gli appartenenti ai colori bianco-verdi) tornano a dominare in patria e riconquistano senza molti sacrifici l’ ingresso in Champions dopo anni passati a rincorrere, senza successo, l’ ingresso alla fase a gironi. Nonostante tutti gli avessero considerati i sicuri perdenti designati del girone, l’ armata celtica proprio nel giorno del suo 125° anniversario della fondazione (targata 1888) si prendono il lusso di stravolgere 2-1 un Barcellona incredulo che soccombe, nonostante sia la regina incontrastata in Europa da anni ed autorizza i tifosi del quadrifoglio a sognare in grande dall’ alto del loro secondo gradino nel girone, fino a poco tempo fa insperato. Sembravano così lontani gli anni d’ oro dal 1967 in poi, quando, dopo una Coppa dei Campioni vinta con lacrime e sangue, gli scozzesi misero paura alle più forti squadre d’ Europa, ed invece proprio quando sembrava pronta la festa di pensionamento, il Celtic si è ripreso la propria storia, spalancando le porte per un nuovo miracolo celtico. Se non fosse sufficiente guardare le parate prodigiose di Forster, il gol da brividi ad appena diciotto anni di Tommy Watt, i recuperi a costo della vita di capitan Brown o gli eroici tentativi di far gol ad una delle superpotenze mondiali di Samaras e Stokes, per dar credito alla loro possibile rinascita, è forse il caso di lustrarsi gli occhi osservando ed ascoltando la marea bianco-verde presente ad ogni match dei propri beniamini e, già questo, basterebbe a dimostrare che questa squadra ha già vinto la cosa più importante in palio questa stagione: l’ amore incondizionato del suo pubblico dando una bella lezione di calcio al mondo intero.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*