Miracolo nati prematuri di 15 settimane tornano sani a casa

Infanzia

Miracolo nati prematuri di 15 settimane tornano sani a casa

Due gemelli nati con un peso complessivo inferiore a 2 kg hanno sfidato le probabilità di sopravvivere grazie alla medicina moderna.

George e Harrison Kent sono nati 15 settimane prematuri, hanno sofferto di numerosi problemi di salute tra cui la sindrome di trasfusione tra gemelli, e sono stati trattati in sei diversi ospedali.

I medici temevano che non sarebbero sopravvissuti, ma cinque mesi dopo la loro nascita i due sono tornati a casa.

La loro madre Melanie, 25 anni, ha detto: ‘Sono i miei piccoli miracoli. Saranno forti combattenti. ‘

L’infermiera Melanie, e il marito Stuart, 26 anni, che è un ingegnere British Gas, hanno scoperto che aspettavano gemelli identici nel mese di agosto.

Ma a 16 settimane, i medici hanno detto che stavano soffrendo sindrome di trasfusione tra gemelli, in quanto Harrison prelevava troppo sangue da George, che avrebbe potuto fermare la crescita.

La signora Kent li ha dati alla luce naturalmente, al Broomfield Hospital di Chelmsford.

George pesava 750 g, mentre Harrison era 800 g.
I gemelli sono stati portati in ospedali diversi,- mentre Melanie è rimasta a Broomfield con un’infezione.

George, che è stato trasferito a Norfolk e Norwich Hospital pochi giorni dopo la sua nascita, ha avuto uno strappo nel suo piccolo intestino, ma è riuscito a recuperare.

Harrison – che è stato portato nello stesso ospedale all’inizio di quest’anno ha avuto una malattia gastrointestinale che colpisce l’intestino che ha provocato la rimozione di tre quarti del suo intestino.

I medici temuto il peggio quando è stato colpito da streptococco del gruppo B in marzo, ancora una volta è riuscito a sopravvivere.

La signoraKent ha detto: ‘Il suo corpo era in arresto completo, ma 24 ore dopo era come un bambino completamente diverso.’

Melanie ha detto: ‘George è sempre stato molto rilassato e ama l’attenzione.

‘Harrison, quando era più piccolo, assolutamente non sopportava essere toccato. Aveva l’abitudine di agitarsi, ma ora vuole sempre che stare in braccio.

‘Non so se è perché sono rossi, ma hanno un po’ di temperamento.

Si picchiano a vicenda. ‘

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche