Misseri: «Quando parlai di Sabrina ero imbottito di tranquillanti»

Bari

Misseri: «Quando parlai di Sabrina ero imbottito di tranquillanti»

20121212-140630.jpg

Taranto – Questa mattina si è svolta la trentaduesima udienza, presso la Corte di Assise del Tribunale di Taranto, per il processo dell’omicidio di Sarah Scazzi.

Misseri torna a usare il plurale: «Ho preso i vestiti di Sarah dopo aver gettato il cadavere nel pozzo quando ce ne siamo andati».

Misseri sbotta contro i pm Mariano Buccoliero e Piero Argentino.«Non volete la verità. La verità è quella che so io. Io l’ho ammazzata una volta, voi chissà quante volte l’avete ammazzata».

Mi fecero accusare Sabrina. «In quell’interrogatorio del 5 novembre c’è scritto cosa ho detto io, ma non cosa mi dissero di riferire Galoppa e Bruzzone»

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*