Missoni: pilota a bordo senza idoneità al volo

Esteri

Missoni: pilota a bordo senza idoneità al volo

L’Agenzia Italiana per la Sicurezza al volo ha accertato che il pilota dell’aereo scomparso durante il trasferimento da Los Roques a Caracas, non aveva l’idoneità psicofisica al volo, scaduta il 30 novembre. A bordo del velivolo, scomparso lo scorso 4 gennaio, erano presenti Vittorio Missoni, la moglie ed altri due italiani. Il comandante dell’aereo, anche se aveva superato i 65 anni, era ancora abilitato all’esercizio della propria licenza Airline Transport Pilot Licence secondo quanto previsto dalla normativa, che gli consentiva di volare all’interno dello spazio aereo nazionale. Ma secondo quanto accertato dall’Ansv, dato che gli era scaduta l’idoneitàà psicofisica, non avrebbe potuto pilotare. Pare inoltre che la compagnia aerea non fosse “titolare di regolare certificato di operatore aereo”. In ogni caso quanto accertato fin’ora non rappresenterebbe al momento una causa diretta della scompara dei velivolo nei cieli dell’Argentina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche