Miti sulla predizione del sesso del nascituro: contraddizioni COMMENTA  

Miti sulla predizione del sesso del nascituro: contraddizioni COMMENTA  

I vari miti e le leggende e le antiche credenze tramandate dalle nostre nonne, circa l’abilità di leggere certi segnali dalla donna incinta per poter predire il sesso del nascituro, oltre che ad essere ovviamente argomentazioni prive di veridicità scientifica, spesso finiscono anche per contraddirsi fra loro.


Ad esempio, per quel che riguarda il test dell’anello e del laccio, alcuni ritengono che il movimento circolare indichi la nascita di una bambina e il movimento diritto quella di un bambino, altri interpretano i segnali in modo opposto.


Per quanto riguarda il mito della frequenza cardiaca, le gamme di frequenza cardiaca fetal, in media, sono tra 120 e 160 battiti al minuto per entrambi i sessi: gli studi condotti sulla veridicità scientifica di questo mito non hanno determinato alcuna correlazione.


Per quanto riguarda il desiderio di cibo della madre, con la sua preferenza per i dolce o per il salato, si tratta di un mito risalente al fatto che si ritiene il sesso femminile piùdolce di quello maschile.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*