Miti sulla predizione del sesso del nascituro: il colore delle urine

Infanzia

Miti sulla predizione del sesso del nascituro: il colore delle urine

Questo mito, uno dei tanti che si prefiggono di aiutare i genitori a sapere in anticipo il sesso del loro bambino, sostiene che per fare questa previsione occorre osservare le urine della gestante: se le urine sono chiare, la creatura sarà un maschietto, ma se le urine sono di un colore giallo brillante, la mamma partorirà una femminuccia.

In realtà, la qualità più scura delle urine può significare che la madre è un po’ disidratata (possibilmente a causa delle nausee mattutine) e ha bisogno di più fluidi.

C’è anche un’altra leggenda che riguarda le urine della madre: secondo questo metodo, se si aggiunge del detersivo per la pulizia dei tubi di scarico, alle urine della madre, e e queste urine cambiano colore, allora la donna partorirà un maschio.

Si sconsiglia vivamente di provare questo metodo, anche solo per divertimento, in quanto può essere pericoloso per voi e per il vostro bambino non ancora nato, se inalate i fumi di prodotti chimici quali il detersivo per pulire lo scarico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche