Mito: Il Vortice marino, risucchiatore di navi ed equipaggi - Notizie.it
Mito: Il Vortice marino, risucchiatore di navi ed equipaggi
Guide

Mito: Il Vortice marino, risucchiatore di navi ed equipaggi

I pericoli degli oceani e dei mari sono ben conosciuti da migliaia di anni, e ancora oggi la professione di pescatore è considerata come una tra le più pericolose. Un pericolo per coloro che attraversano i mari, possono essere i vortici.

Un vortice è in sostanza un grande e potente cono d’acqua , noto per essere in grado di aspirare al di sotto della superficie le navi che gli passano accanto. E’ la “cappa” che viene in ultima analisi considerato l’aspetto più pericoloso del vortice, siccome in teoria qualsiasi cosa catturata nel vortice potrebbe essere risucchiata verso il fondo del mare, senza mai poter riemergere.

Il vortice rappresenta un popolare aneddoto per gli scrittori di fantascienza, in quanto offre un reale pericolo per eroi e criminali. Uno dei primi riferimenti ad un vortice mortale risale all’antica Grecia. Si narra che Cariddi, un mostro marino che era un pericolo per eroi come Giasone e Odisseo.

L’idea del vortice mortale fu veramente accolta da Edgar Allan Poe in “Una discesa nel Maelstrom” (1841) e Jules Verne in “Ventimila leghe sotto i mari” (1870). Ancora più di recente la Disney ha utilizzato l’idea del vortice nel film “I Pirati dei Caraibi: Ai confini del mondo”, quando l’Olandese Volante e la Perla Nera entrano nel vortice, così come la Compagnia delle Indie Orientali e della Fratellanza vengono risucchiate.

Sono questi racconti fittizi che hanno fatto della maggior parte dei vortici un fenomeno pericoloso, anche se in realtà mai grandi navi sono state registrate essere affondate a causa di essi. Questo però non vuol dire che i pescherecci di piccole dimensioni o le barche a remi non sarebbero in pericolo da vortici del calibro di: Moskstraumen o Salstraumen in Norvegia, e in Scozia il Corryvreckan.

Il Salstraumen è considerato il gorgo più forte del mondo che causa una vortice di 10 m di larghezza e 5 metri di profondità.

La maggior parte delle persone è abbastanza sensibile al mito dei vortici, ma i fatti parlano chiaro, ogni anno navi di piccole dimensioni devono essere trainate in zona di sicurezza dopo essere scampate ai vortici.

Un esperimento effettuato in Corryvrecken ha mostrato come una persona che cade nel vortice potrebbe essere risucchiata fino a una profondità di 262 m e poi trascinata lungo il fondo del mare per un paio di chilometri.

I pericoli di un vortice possono essere esagerati, ma questo non significa che i rischi dovrebbero essere presi alla leggera.

I vortici principali, quando sono attivi, sono considerati non navigabili e pertanto devono essere evitati da tutte le navi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*