Mitomane a Chi l’ha Visto: ‘ho visto morire Domenico’ COMMENTA  

Mitomane a Chi l’ha Visto: ‘ho visto morire Domenico’ COMMENTA  

Sembrava essere una testimonianza importante legata al caso del giovane Domenico Maurantonio, il giovane morto in circostanze misteriose mentre si trovava in gita con la scuola a Milano. Ma poco dopo è emersa la verità; è accaduto nel corso della trasmissione televisiva di Rai Tre ‘Chi l’ha Visto?, quando la conduttrice Federica Sciarelli ha ricevuto e trasmesso in diretta la telefonata di un telespettatore il quale sosteneva di aver assistito alla morte del ragazzo.

Leggi anche: ZeroCalcare, profilo oscurato su Facebook


Parole agghiaccianti le sue: “Sono emotivamente provato – ha detto – voglio metterci la faccia. Io c’ero. Ero presente alle sei in quell’hotel, sono sceso la mattina alle 6 e ho visto tre persone, un po’ sconvolte, che entravano e uscivano in maniera forsennata”. A quel punto però i telespettatori della trasmissione hanno capito che la persone che stava parlando era un mitomane conosciuto, ovvero Michele Caruso.

Leggi anche: Vuole vestiti firmati, obbliga il ragazzo diciannovenne a prostituirsi


La stessa conduttrice si è resa conto che c’era qualcosa che non andava e ha rimbalzato Caruso alla redazione chiudendo la telefonata, capendo di aver ascoltato le parole di una persona che quel giorno non aveva certamente assistito alla morte del ragazzo.

Il mitomane in questione è infatti un fanatico conosciuto che spesso interviene per commentare le partite di calcio e cerca di essere sempre al centro dell’attenzione.

Leggi anche

Finlandia: uccise a fucilate amministratrice e due giornaliste
Esteri

Finlandia: uccise a fucilate amministratrice e due giornaliste

 Tre donne: la presidente cinquantenne del consiglio comunale di Imatra, Tiina Wilén-Jappinen e due giornaliste, una trentenne l'altra sui cinquanta, sono state assassinate da un uomo. Tre donne  assassinate da un uomo solo, il 23enne Jori Lasonen, proprio all'entrata di un ristorante nel quartiere della vita notturna della cittadina meridionale di 28mila abitanti a circa 230 chilometri dalla capitale Helsinki e non lontano dal confine russo. L'uomo è un pregiudicato che nel 2013 aveva già aggredito con un pugnale alcuni passanti, uomo che è stato arrestato ed è adesso sottoposto a stringenti interrogatori. Afferma però  la portavoce della polizia, la Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*