Moda anni ’20

Stile anni 20

Le maschiette, il caschetto e il jazz rappresentano gli anni ’20. Soprannominati ‘i ruggenti anni ’20’, furono un periodo rivoluzionario per le donne, che tagliarono i capelli corti, liberarono le spalle, ballarono e consumarono pubblicamente tabacco e cocktail, mentre le loro ‘sorelle’ tradizionali coprivano le ginocchia con abiti lunghi. Il racconto ‘La Garconne’ e Coco Chanel influenzarono il look del periodo.

Leggi anche: Italia fanalino di coda in Europa per la natalità


Sottovesti

Le maschiette erano il simbolo dell’irresistibile spirito moderno negli anni post-bellici. Ma la loro vera forza era in realtà la semplicità, almeno secondo Fashion.Era website. Negli Stati Uniti le donne seguivano corsi per corrispondenza da sarta e modista per imparare a farsi gli abiti. Quando lo stile ‘maschietta’ diventò di moda, le ragazze cucirono le sottovesti e i vestiti incompleti usando ‘Butterick pattern’, non solo per i clienti ma anche per se stesse.

Leggi anche: Gelaterie GROM acquistate da Unilever


Influenze

Coco Chanel ebbe molta influenza sullo stile del periodo. Diede una scossa, una spinta moderna alla moda utilizzando il jersey per abiti morbidi, scesi e creò il tubino nero. Lo scrittore francese Victor Margueritte diede il suo contributo con la controversa novella ‘La Garconne’, la cui eroina indossava completi con pantalone e cappelli.

Leggi anche: Piercing al naso, le Star con il septum


Convenzioni

L’organza, lo chiffon e il pizzo arricchirono lo stile modesto degli abiti del periodo. Sia le gonne, che salivano di 16/17 cm dal pavimento che gli abiti avevano fiocchi, balze e fusciacche. Un altro stile popolare era portare l’abito con la sottoveste in vista in un colore a contrasto. Le donne mostravano senza pudore gambe e braccia.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche: Parla la moglie di Bonolis: ‘La mia vita con una figlia disabile’



Maglieria

Le maschiette sceglievano per i loro abiti toni neutri come il sabbia, il crema o il navy. La maglieria era scura, mentre le calze color carne. Il nylon si trovava in ogni sfumatura. Ma le ragazze più tradizionali preferivano i toni pastello.

Leggi anche: Il successo della macelleria vegana Vegi-Metzg, la prima in Europa con sede a Zurigo


Scarpe

Gli abiti più corti attiravano l’attenzione sulle scarpe. Le scarpe col cinturino dette ‘Mary Jane’ erano le più popolari e i tacchi non erano molto alti, al massimo 4/5 cm. Alcune scarpe erano decorate con paillette, borchiette e fiocchi. In generale le scarpe erano piuttosto appuntite.

BIodich

Leggi anche

Itching In A Woman
Donna

Come prevenire micosi sulla schiena in gravidanza

In gravidanza la donna è più esposta ad una serie di problemi, a causa dello squilibrio ormonale. Uno dei disturbi più comuni è la micosi. Il periodo della gravidanza è molto delicato per la donna, poiché si ha una maggiore predisposizione alle infezioni, come quelle provocate da alcuni funghi. Le infezioni micotiche sono molte comuni durante la gestazione a causa dello scombussolamento ormonale, e possono manifestarsi con sintomi evidenti come il prurito, oppure presentarsi in maniera del tutto asintomatica. L’umidità e la sudorazione sono inoltre due condizioni che favoriscono la proliferazione delle micosi, che di conseguenza sono più probabili nel [...]

1 Trackback & Pingback

  1. Quando una grande ricerca sul sesso via Internet si rivela un'occasione sprecata | Il Sesso e L'Amore

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*