Modena Park: la notizia sugli oggetti ritrovati è una bufala

Musica

Modena Park: la notizia sugli oggetti ritrovati è una bufala

bufala
Modena Park: la notizia sugli oggetti ritrovati è una bufala

Al Modena Park, subito dopo il concerto, sono stati ritrovati moltissimi oggetti, ma oggi si scopre che la notizia è una bufala. Scopriamo qualcosa in più.

Ieri sui vari giornali e siti di informazione è stato pubblicato un elenco di oggetti che sono stati trovati subito dopo il concerto di Vasco tenutosi a Modena sabato 1 luglio che ha attirato più di 220 mila persone. L’elenco degli oggetti trovati è davvero particolare. Tra i vari oggetti trovati, vi è anche una statua in legno di Padre e Pio e ben 28 sex toys.

In base ad alcune fonti raccolte da la Stampa, una società che si è occupata di mantenere l’area pulita in seguito a quanto successo, non è assolutamente vero che sono stati trovati questi oggetti. A quanto pare, la notizia sarebbe una bufala inventata e pubblicata più volte dai vari giornali, ma non ci sarebbero state verifiche o controlli in merito.

Non si sa chi abbia pubblicato l’elenco dei vari oggetti ritrovati al concerto. Secondo alcune fonti, la lista degli oggetti ritrovati sarebbe stata pubblicata dalla pagina Facebook “Molinella notizie” che si rifà a riferimenti di altri.

I gestori della pagina dicono che è una bufala.

La lista degli oggetti ritrovati

Sono tantissimi gli oggetti ritrovati al concerto di Vasco a Modena. Ecco l’elenco completo:

Modena, 2 luglio 2017 – Cosa resta dell’evento Vasco Rossi al “Modena Park”, secondo le 3 aziende chiamate a pulire l’area: 111 smartphone; 3 Tablet, 1.200 mazzi di chiavi; 670 paia di occhiali; 120 confezioni di preservativi; 1 Rolex Submariner (in acciaio); 51 carte di credito; 170 scarpe (ben strano dimenticarsi le scarpe); 1 pigiama da uomo (?); 2 stampelle (un miracolo?); 29 felpe; 60 reggiseni; 2 materassini gonfiabili; oltre 2 mila euro contanti, divisi in diversi portafogli; 1 confezione di 12 assorbenti per adulti incontinenti; 33 sacchi a pelo; 1 statuetta in legno di Padre Pio; 28 sex toys. Un numero incalcolabile di cappellini, bandane e polsiere.

Una notizia maggiormente allarmante e preoccupante in seguito al concerto riguarda il totale dei rifiuti lasciati dai fan di Vasco.

Ecco cosa riporta la Stampa, in merito:

Sono più di 100 le tonnellate di rifiuti raccolte con oltre 160 persone e un centinaio di mezzi al lavoro dalle primissime ore di domenica solo al parco Ferrari e nelle aree adiacenti. E sono stati potenziati anche tutti i servizi di raccolta e spazzamento in centro storico. Sempre domenica sono stati svuotati e rimossi tutti i contenitori: oltre 360 cassonetti da 1.700 litri (di cui 160 agli ingressi), 50 contenitori carrellati da 120 litri e 600 contenitori in cartone da 100 litri.

Un concerto, un vero e proprio evento che ha calamitato moltissime persone, ma che ha lasciato anche molti strascichi e rifiuti, come testimoniato da la Stampa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche