Mondiali atletica, Shelly Ann Fraser Pryce vince i 100 con cinque margherite nei capelli COMMENTA  

Mondiali atletica, Shelly Ann Fraser Pryce vince i 100 con cinque margherite nei capelli COMMENTA  

È un’immagine insolita, quella di Shelly Ann Fraser Pryce.
La si potrebbe immaginare su una spiaggia, a danzare, bella com’è, con quel sorriso sereno e gli occhi grandi.

Leggi anche: Calendario Red Hot contro il bullismo

È piccolina e ha lunghe treccine di colore verde, con cinque margherite gialle a incorniciarle il viso. Con molti preconcetti, bisogna ammetterlo, fa sorridere vederla alla partenza di un 100 metri. Di fianco a lei ci cono atlete, di quelle che si vede lontano un miglio che sono atlete.

Leggi anche: 50enne arrestato: sotto la scuola per molestare ragazzina

Poi, tutto cambia,
Lei è ai blocchi, quasi intrappolata da quei lunghi capelli e, un attimo dopo, dieci secondi dopo, taglia il traguardo per prima, con il braccio destro levato al cielo.

Fraser Pryce dà l’idea di chi non potrebbe essere che lì, prima davanti a tutte le altre nella finale mondiale dei 100 metri. Con treccine verdi, margherite e tutto il resto.

L'articolo prosegue subito dopo

Con buona pace di tante altre colleghe, alle quali il destino non ha regalato in egual misura quella dote misteriosa che è la velocità.

Leggi anche

Austria: Van der Bellen è il nuovo presidente. La sconfitta dell'estrema destra
Attualità

Austria: Van der Bellen è il nuovo presidente. La sconfitta dell’estrema destra

 A cento anni  dalla morte dell'imperatore più amato, Francesco Giuseppe, l'Austria si riscopre epicentro di un destino europeo. Anche le elezioni presidenziali di oggi potrebbero segnare la fine di un mondo, di un  " mondo di ieri" come avrebbe detto Stefan Zweig, quello dei partiti tradizionali, quello del liberalismo democratico e quello del solido europeismo austriaco. La sfida è tra il candidato di quel mondo, Alexander Van der Bellen, e il rappresentante del populismo nazionalista, Norbert Hofer, esponente di un partito, la Fpoe, schizzato alle stelle in tutti i sondaggi cavalcando gli istinti più bassi provocati dalla crisi dei profughi del 2015. Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*