Mondiali di nuoto, Paltrinieri oro nei 1500, prima volta per l’Italia COMMENTA  

Mondiali di nuoto, Paltrinieri oro nei 1500, prima volta per l’Italia COMMENTA  

I mondiali di nuoto di Kazan si chiudono, dopo tante emozioni e diverse soddisfazioni per l’Italia, con la gara più lunga, quella forse più difficile, dove l’oro non è mai stato azzurro.

Leggi anche: ULTIM’ORA Cagliari. Schianto fra due auto. 21enne perde la vita

Prima d’oggi, si intende, prima che arrivasse da Carpi un ragazzo di vent’anni che di nome fa Gregorio Paltrinieri.
Uno che non ha paura di niente, che sa di essere il più forte al mondo, in questo momento, eppure comunque un atleta giovane, destinato a migliorare ancora, se possibile.

Leggi anche: La danza del Papa: video virus su WhatsApp

Ieri Paltrinieri si è presentato ai blocchi di partenza con due convinzioni: la prima, quella di essere lì con il miglior tempo in qualificazione, la seconda, il nome dell’avversario, quello del cinese Sun Yang.

Mentre la prima lascia sempre il tempo che trova, la seconda si sbriciola, lasciandolo “destabilizzato”, come ha detto lui stesso. Sì, perché il cinese non si è presentato al via, per motivi ancora da chiarire (si va dal problema cardiaco alla botta alla testa, dalla rissa a un misterioso dolore al petto), e allora Paltrinieri si è dovuto reinventare la gara in pochi secondi.

L'articolo prosegue subito dopo

Il tempo di pensarci sopra e l’americano Jaeger e il canadese Cochrane gli sfilano davanti, costringendolo a inseguire.
Lui nuota come al suo solito, con l’andatura quasi claudicante e la forte rotazione del busto che gli permette di usare meglio i muscoli della schiena. Non proprio perfetto dal punto di vista stilistico, ma senza alcun dubbio efficace.
Paltrinieri passa in testa e ci rimane, aumentando il distacco fin quasi a quattro secondi, finché Jaeger risorge, nel finale, limando due decimi a vasca e chiudendo staccato della metà.
14.39.67 il tempo dell’italiano, 14.41.20 quello di Jaeger, mentre il canadese giunge terzo a 14.51.08.
“Sono contentissimo” ha commentato a fine gara Paltrinieri “ero veramente morto, ma morto davvero”.
Gara brutta, veloce, con nuovo record europeo e oro italiano, storico perché il primo nei 1500 ai mondiali. Vittoria importante per questo ragazzo, invece, perché frutto della grinta tirata fuori in un momento difficile, grinta che è personalità, quella dei campioni.

Leggi anche

alecsandra-puflea-2
News

Ragazza cacciata dall’hotel perché scambiata per una prostituta

Episodio di razzismo denunciato a Ferensway, nel Regno Unito. Una ragazza rumena, Alecsandra Puflea, 22 anni, studentessa di Criminologia all'Università di Hull, si è vista rifiutare la camera di un hotel, l’Holiday Inn Express, che aveva prenotato online, perché scambiata per una prostituta. Era insieme al suo fidanzato. Dopo aver visto la sua carta d'identità, l'addetto alla reception l'ha mandata via, dicendo che l’albergo non accettava clienti rumeni - neanche il fatto chela studentessa abbia mostrato la sua patente britannica, è servito - . Poi la struttura si è scusata, dicendo di aver stabilito “quella” regola perché alcune ragazze provenienti dalla Romania erano state scoperte Leggi tutto

1 Trackback & Pingback

  1. Mondiali di nuoto, Paltrinieri oro nei 1500, prima volta per l’Italia | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*