Mondiali Pechino, Van Niekerk vince i 400, poi collassa

News

Mondiali Pechino, Van Niekerk vince i 400, poi collassa

Vittoria a sorpresa, ieri, da parte di Wayde Van Niekerk, nei 400 metri piani.
Il giro della morte, la gara più dura di tutte, roba da specialisti. Roba da favoriti, di solito, ma non ieri, perché il favoritissimo LaShawn Merritt, sull’ultimo rettilineo, è rimasto alle spalle di un ragazzo sudafricano di 23 anni.
Wayde Van Niekerk, appunto.
Un nome che, per il pubblico, è nuovo, ma che, con ogni probabilità, si sentirà molto spesso, in futuro, visto che il momento in cui questo ragazzo ha tagliato il traguardo per primo è stato immortalato dal cronometro sul 43 e 48, ovvero la quarta prestazione di tutti i tempi.
Una prova eccezionale, specie in considerazione del fatto che Van Niekerk, prima di Pechino, vantava un personale di 44 secondi e 68, ovvero un enorme (non è un’esagerazione, un secondo su un totale di 44 è davvero tantissimo) secondo in più del tempo di ieri.
Sospetti inevitabili, visto il clima attorno al mondo dell’atletica, ma i controlli ci sono e si faranno.
Intanto, a giustificare tutto ci ha pensato lo stesso Van Niekerk, che, alla fine della gara.

è crollato a terra esausto ed è uscito di pista in barella a causa di un “problema respiratorio”, secondo la diagnosi, poi risolto. In mesi e mesi di allenamento, non aveva mai corso così, ma, si sa, in gara è tutta un’altra cosa.

1 Trackback & Pingback

  1. Mondiali Pechino, Van Niekerk vince i 400, poi collassa | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...