Monitoraggio della Costa Concordia diretto dal Dipartimento di Scienze della Terra di Firenze COMMENTA  

Monitoraggio della Costa Concordia diretto dal Dipartimento di Scienze della Terra di Firenze COMMENTA  

Il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Firenze è stato incaricato di sovrintendere le attività scientifiche di monitoraggio della Costa Concordia, arenata presso l’Isola del Giglio il 18 Gennaio, da parte della Protezione Civile, in quanto Centro di Competenza di quest’ultima: dal giorno dell’incidente il Gruppo di Geologia Applicata formato da docenti, ricercatori e dottorandi, per un totale di quasi 50 componenti, si sta occupando della predispozione di apparecchiature e della raccolta dati relativi allo spostamento della nave da crociera e ai danni e alle deformazioni da essa subite.


Per controllare gli eventuali movimenti dello scafo sono state approntate sette diverse tecniche, tra cui GPS, scansioni laser tridimensionali e reti di monitoraggio della microsismicità; l’insieme delle apparecchiature fornisce, grazie a procedure di comunicazione, continue informazioni sulla situazione della nave praticamente momento per momento.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*