Monopoli, due tecnici aggrediti mentre censivano gli ulivi secolari

Bari

Monopoli, due tecnici aggrediti mentre censivano gli ulivi secolari

Preservare l’identità degli alberi pugliesi più ricercati nel mondo, gli ulivi secolari, con le loro espressioni da contorsionista, non è un vezzo per soli appassionati di botanica, ma una legge regionale nata per tutelare gli uliveti di Puglia.

Da diversi mesi, i tecnici della società preposta al censimento di tutti gli ulivi presenti sul territorio, sono stati impiegati per contare albero dopo albero, tutti gli uliveti presenti nelle province, identificandoli e registrandoli in un database, al fine di evitare che possano essere illegalmente espiantati, e magari trasportati all’altro capo d’Europa dove molti acquirenti sarebbero disposti a pagare un ulivo a peso d’oro.

Ma in questi giorni qualcosa è andato degenerando. Come fa sapere Nicastro, assessore all’ambiente della Regione Puglia, nelle campagne di Monopoli, due tecnici hanno subito una violenta aggressione da parte dei proprietari di un fondo, pur avendo mostrato regolarmente il tesserino. I due sono ora al pronto soccorso con una prognosi di una settimana.

L’assessore considera questa una barbarie.

L’indignazione coinvolge anche il sindaco di Monopoli. Tuttavia, ad oggi, non è emersa con chiarezza la ragione del violento gesto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...