Montecassino sequestrati 500 mila euro all’ex abate

News

Montecassino sequestrati 500 mila euro all’ex abate

Montecassino_sequestrati_500_mila_euro_all'ex_abate
Montecassino_sequestrati_500_mila_euro_all'ex_abate

Montecassino sequestrati 500 mila euro all’ex abate. La casse della famosa abbazia di Montecassino sono state ripulite da ben 500 mila euro dall’ex abate Pietro Vittorelli.

Nulla è stato ancora confermato, poiché sono in corso le indagini ed i sequestri degli uomini della guardia di finanza, ma sembra che l’ex abate dell’abbazia di Montecassino Pietro Vittorelli aiutato dal fratello Massimo Vittorelli, abbiano sottratto dalle casse dell’abbazia oltre 500 mila euro. Somma che il prelato avrebbe rubato durante il suo mandato.

Pietro Vittorelli era stato eletto 191° abate dell’Abazia di Montecassino il 29 Ottobre del 2007. Nel 2013 rinuncia alla sua carica al governo pastorale dell’abazia per motivi di salute. Vittorelli nel 2012 era stato colpito da una grave crisi cardiaca che gli aveva comportato un importante screzio neurologico.

Attualmente la Guardia di Finanza sta eseguendo il sequestro dei beni nei confronti di Pietro Vittorelli e del fratello Massimo.

Ricordiamo che il monastero benedettino dal Dicembre 2014 è in gestione del Polo Museale del Lazio, il nuovo ufficio del Ministero dei Beni e le attività Culturali e per il Turismo dello Stato Italiano, che ha il compito di gestire e valorizzare i musei, gli istituti ed i luoghi di cultura in consegna allo Stato Italiano.

La sede del Polo Museale del Lazio è a Piazza Venezia a Roma. Attendiamo ora gli sviluppi della vicenda non appena gli uomini della Guardia di Finanza avranno finito di esaminare le carte relative ai conti dell’abazia di Montecassino.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche