Montella vicino all’addio: niente conferenza stampa COMMENTA  

Montella vicino all’addio: niente conferenza stampa COMMENTA  

CATANIAVincenzo Montella, allenatore del Catania, ha scelto di non presentarsi nella consueta conferenza stampa alla vigilia dell’ultima partita casalinga contro l’Udinese. Decisione presa di concerto con la dirigenza rossoazzurra.

Leggi anche: Etna, allarme della Coldiretti: ‘Ingenti i danni della cenere vulcanica sulla raccolta di arance’

Il silenzio per molti è stato interpretato come un addio scontato alla panchina dei rossazzurri. Infatti nelle ultime ore si sono intensificate le voci che vorrebbero “l’aeroplanino” sedere sulla panchina della Roma nella prossima stagione.

Leggi anche: Mafia, Catania: il Gup dispone il non luogo a procedere per Mario Ciancio

Il tutto a poche ore del comunicato in cui il patron degli etnei, Pulvirenti, aveva espresso parole dure sul tecnico napoletano in procinto di lasciare la società siciliana nonostante un contratto di ancora un anno.

Per Montella, se dovesse tornare con molta probabbilità nella Capitale a distanza di 11 mesi, è pronto un biennale con un ingaggio di 3 milioni a stagione e una opzione per la terza stagione.

L'articolo prosegue subito dopo

Decisivo il parere del ds giallorosso Walter Sabatini vecchio estimatore dell’allenatore campano. Mentre a Catania si prepara il dopo Montella e senza Pietro Lo Monaco.

Leggi anche

No Picture
Catania

Verranno acquistati più mezzi per la Circumetnea

Sarà rinnovato il parco mezzi della Circumetnea con l’acquisto di 35 nuove vetture che rafforzeranno la presenza dell’azienda dei trasporti all’interno del territorio. L’annuncio è stato dato da Gaetano Tafuri, commissario governativo Fce, dopo un incontro con le maggiori cariche sindacali. L’acquisto dei mezzi rinnoverà il parco vetture che attualmente ammonta a circa 67 unità.Inoltre saranno intensificati i controlli sia nelle linee extraurbane che in metropolitana per evitare che gli utenti possano salire nelle vetture sprovvisti di biglietto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*