Monti e le candidature dei ministri alle elezioni: «Spero che siano poche e distribuite politicamente» COMMENTA  

Monti e le candidature dei ministri alle elezioni: «Spero che siano poche e distribuite politicamente» COMMENTA  

Ancora prima di trovarsi sugli scaffali delle librerie, Il Palazzo e La Piazza. Crisi, consenso e protesta da Mussolini a Beppe Grillo, il nuovo libro di Bruno Vespa,  ha già occupato spazi importanti sui giornali negli ultimi giorni. Il motivo consiste nelle interviste compiute dal conduttore di Porta a Porta, nella quali Vespa interroga esponenti di spicco della politica Italiana.


Uno di questi è il premier Mario Monti, che interpellato sulla possibile candidatura alle prossime elezioni dei ministri che compongono l’attuale governo («La disturba il palese orientamento di qualche suo ministro a candidarsi?»), ha auspicato «che le eventuali candidature siano limitate nel numero e distribuite politicamente per non consentire a nessun osservatore una chiave di lettura retrospettiva sul colore politico di questa compagine.

Trattandosi di ministri, e per di più di un governo tecnico, mi auguro che le eventuali candidature siano limitate nel numero e distribuite politicamente per non consentire a nessun osservatore una chiave di lettura retrospettiva sul colore politico di questa compagine».

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*