Monti, inizia la campagna elettorale e risponde a Bersani: «Io per le riforme che rendono l’Italia competitiva» COMMENTA  

Monti, inizia la campagna elettorale e risponde a Bersani: «Io per le riforme che rendono l’Italia competitiva» COMMENTA  

20130102-134942.jpg

Con l’anno nuovo inizia la campagna elettorale di Mario Monti. Il Premier uscente è intervenuto questa mattina a “Radio anch’io”. Diversi i temi toccati.

Una risposta a Bersani che aveva chiesto a Monti di dire con chi sta: “Io sto per le rifome che rendono l’Italia competitiva e creano posti di lavoro.

Io non vedo una ostilita’ di Bersani -ha poi detto Monti-. Quando mi ha chiesto a che posto staro’ in Europa, mi permetto di essere molto immodesto: credo in Europa di essere conosciuto per quello che ho fatto come commissario e come capo del governo, credo di avere un posto mio nell’opinione dei colleghi dei leader dei Paesi europei.

E’ enormemente piu’ importante rispetto a quale famiglia politica sceglierei”. Monti, poi, accusa Fassina (Pd) e Vendola (Sel) di non voler cambiare il Paese attraverso la protezione delle rendite “vogliono conservare, per nobili motivi, un mondo del lavoro cristallizzato, iper protetto rispetto ad altri Paesi.

L'articolo prosegue subito dopo

Io sono perche’ l’Europa si batta per avere una tutela ancora piu’ avanzata ma perche’ nei singoli Paesi creiamo le condizioni per maggiori posti di lavoro”. Sulla volontà di Berlusconi d’istituire una commissione d’inchiesta sui motivi che hanno portato al governo tecnico, Monti lo sfida: “La trovo una idea interessante, stravangante, tardiva. Ben venga”. Poi sull’avversario politico che lo voleva alla guida del Centrodestra, prosegue: “Berlusconi ha usato contro di me armi improprie, come i valori della famiglia. La cosa si commenta da se”. “In altri momenti, forse allora ero un leaderone, mi ha offerto di prendere la guida del fronte dei moderati. Poi ha detto che il governo ha fatto solo disastri, poi che ha fatto tutto il possibile. Spero che gli elettori siamo meno confusi di me”. “Considero i valori etici fondamentalissimi. Detesto i partiti politici che usano qualche volta in modo goffo i valori etici, spesso da loro disattesi, nella realta’ quotidiana come arma o accetta contro i rivali. Penso ad alcuni esponenti del Pdl”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*