Monti pensa positivo COMMENTA  

Monti pensa positivo COMMENTA  

. Un Mario Monti in vena
di positivismi, durante l’apertura ( insieme al segretario generale dell’Ocse
Josè Ángel Gurria), dei lavori della conferenza internazionale sulle Riforme
strutturali in Italia, affrontando il tema della crisi afferma che la per il
nostro Paese “quell’esito drammatico sembra ora più lontano” e che “L’Italia ha
potuto togliersi dalla lista dei paesi con problemi nella Ue”.


Poi proclama solennemente e forse senza aver mai dato un’occhiata
fuori dalla finestra dei suoi uffici, che senza il decreto “Salva Italia
avremmo perso la sovranità” e che “per gli italiani c’è stato un trattamento
molto incisivo sulle misure,” fino a sostenere, a suo dire, che i nostri connazionali
nei confronti del Governo tecnico, stanno “ dimostrando di non essere particolarmente
ostili”

Prosegue poi come un treno in corsa “Siamo determinati a
fare scelte nel breve periodo per guardare a obiettivi a lungo periodo, è stata
una scommessa sull’Italia, sulla sua capacità di reagire, di cambiare rotta, di
costruire un futuro di crescita.

E’ troppo presto per abbandonare il rigore, va
sempre mantenuto” lasciando nel dubbio una sua eventuale ricandidatura

Fra i vari conigli che farà sortire dal cilindro Monti ha altresì
promesso “un aumento di 4 punti percentuali del Pil nei prossimi 10 anni”  Da vero mago prevede che”Il 2013 sarà un anno
in crescita anche se il motore dell’economia si avvierà lentamente, trattenuto
dal peso del passato”, per finire spiega che l’indicazione del 0,2% per il Pil
2013 “sembra recessione ma sarà ottenuto invece con un profilo ascendente”.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*