Montichiari (BS), blitz all’allevamento dei beagle: dodici arresti e quattro feritiCOMMENTA

Nella giornata di ieri, un gruppo di animalisti ha fatto un blitz nell’allevamento di cani Beagle di Montichiari, nel bresciano, liberando venti animali destinati alla vivisezione. Oggi, invece, è arrivata la notizia dalla Questura di Brescia che, tra i partecipanti all’irruzione, ci sono stati dodici arresti e una denuncia per una minorenne. Oltre a ciò, al bilancio dell’iniziativa ci sono da aggiungere quattro feriti.


Le accuse per gli arrestati vanno dalla rapina, al furto pluriaggravato, violazione di domicilio, invasione di terreni ed edifici, e danneggiamento aggravato alla resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Infatti ci sono stati momenti di tensione tra i partecipanti e le forze di polizia, verso le quali sono stati lanciati sassi ed altri oggetti contundenti, causando ferite a due agenti della Polizia e a due Carabinieri. Lesioni non gravi, guaribili nell’arco di otto giorni. Secondo le prime stime, il danno per l’allevamento si aggirerebbe intorno ai 250mila euro.

Leggi anche: Un piccolo passo per porre fine alle crudeltà


Tra gli arrestati, 8 uomini e 4 donne, non figura nessun bresciano: la maggior parte degli animalisti proveniva da Romagna, Toscana, Torino, Treviso, Roma e Milano.

loading...

Commenta per primo "Montichiari (BS), blitz all’allevamento dei beagle: dodici arresti e quattro feriti"

Commenta

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato

*