Monza: indagato l’ex ministro Romani

Milano

Monza: indagato l’ex ministro Romani

L’esponente del Pdl, già ministro dello Sviluppo economico nel governo Berlusconi, è indagato per peculato dalla Procura di Monza. Proprio la municipalità del comune brianzolo, dove Paolo Romani ricopre il ruolo di assessore comunale all’Expo, era balzata all’onore delle cronache per l’ingente aggravio delle spese telefoniche a proprio carico: mezzo milione di euro all’anno. Nel corso dei controlli sarebbe emerso che il deputato avrebbe concesso l’utilizzo del telefono di servizio, la cui bolletta e a carico del comune di Monza, alla figlia. Solo in due mesi, suddetta utenza sarebbe arrivata ad un traffico telefonico per 5.000 euro. L’ex ministro si difende: il cellulare di servizio è lasciato a casa a Milano, quando i doveri di parlamentare lo richiamano a Roma, ed è normale che possa rispondere la figlia o la segretaria.

Paolo Romani

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche