Moratti, per il futuro serve lo stadio COMMENTA  

Moratti, per il futuro serve lo stadio COMMENTA  

Stadio della Juventus
Juventus Stadium
Stadio della Juventus
Juventus Stadium

L’imminente Fair Play finanziario impone che al termine dell’anno 2012 i club calcistici non possano spendere più di quanto incassino.

Questo fatto mette una grande problematica per tutti i club italiani, i quali, rispetto ai colleghi europei di Spagna e Inghilterra, registrano ad oggi una serie di fatturati annui molto minori a quelli del resto delle squadre europee.

Leggi anche: Serie A: Inter sola al comando, Napoli sconfitto a Bologna


L’unica soluzione al problema sembra essere quella della realizzazione degli stadi di proprietà. Un opzione che darebbe maggiori introiti ai club italiani sia dal punto di vista del merchandising e del marketing, derivabile dalle varie strutture commerciali che uno stadio può contenere, ma soprattutto perché nei bilanci societari verrebbero a mancare i vari affitti di gestione che i club versano puntualmente ai comuni proprietari degli impianti.

Leggi anche: Serie A: la Fiorentina è seconda, il Verona affonda in casa, tutti i risultati della 15.ma giornata


E’ pur vero che, finche non verrà approvata la così detta “Legge sugli stadi”, impantanata da più di un anno alla commissione cultura della camera, in attesa del via libera del ministero dei Beni e Attività culturali che contesta il mancato rispetto dei vincoli ambientali, i presidenti dei club italiani hanno, per buona parte, le mani legate.


Il presidente dell’Inter Massimo Moratti, ha più volte promesso ai tifosi interisti la realizzazione di un nuovo impianto, in vista di lasciare il Meazza e rendere l’Inter “indipendente” dal punto di vista dello stadio. Ad ogni modo, malgrado le varie promesse, non si registrano notizie o miglioramenti su questo campo.

Non solo, i tifosi interisti, ma anche quelli delle altre big italiane, si sono viste costruire il primo stadio di proprietà in Italia sotto i propri occhi, e per di più in pochissimo tempo: Lo Juventus Stadium, diventato immediatamente grandissimo orgoglio dei tifosi bianconeri.

L'articolo prosegue subito dopo


Nel 2010 gli introiti nerazzurri ammontano a 195 milioni di euro, cifra a dir poco imbarazzante se paragonata ai circa 480 milioni di euro fatturati dal Real Madrid o ai 350 milioni del Manchester United.

L’impressione dei tifosi interisti è quella che con l’incombere del Fair Play finanziario, e con la mancanza di introiti che garantirebbe uno stadio di proprietà, sarà molto difficile effettuare acquisti di campioni degni di una squadra importante come può essere quella interista.

Leggi anche

Il presidente del Coni Giovanni Malagò
Sport

Calcio. Coni taglia contributi a Figc, -4,5 mln

Coni taglia contributi a Figc, -4,5 mln   Ammonta a 4,5 milioni di euro il taglio che il CONI ha deciso per contributi annuali alla Figc. Da 37,5 mln, si passa a 33 per l'anno 2017. E' quanto si é appreso al termine della riunione sui contributi che il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha tenuto oggi con i presidenti federali. Su 44 federazioni coinvolte, l'unica a presentare segno meno è proprio la Figc. Per altre 13 contributi invariati, mentre 30 ottengono un aumento. Tra queste, le più premiate sono quelle che hanno portato maggiori risultati a livello olimpico: nuoto, Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*