Morgan: “Non faccio selfie coi fans, usano la mia immagine per fare like”

Musica

Morgan: “Non faccio selfie coi fans, usano la mia immagine per fare like”

Morgan
Morgan: "Non faccio selfie coi fans, usano la mia immagine per fare like"

Morgan, ospite ieri al Campus Della Musica a Firenze, ha mostrato il suo talento ma anche la sua irriverenza, quella che l’ha contraddistinto anche in tv.

Una chitarrina sotto braccio ed il suo ciuffo ribelle. Morgan arriva puntualissimo al suo appuntamento con i cantautori emergenti al Campus Della Musica a Firenze. Si siede per la prima intervista e parla di musica e di sogni, quelli di chi ancora crede nella possibilità di fare musica d’autore in Italia. Tuttavia, nega le foto coi pochi ma entusiasti fans e con gli addetti ai lavori che desideravano un Selfie in ricordo di quell’incontro. Qualche smorfia ai desiderosi e poi, via, a braccetto con un’organizzatrice verso il palco, allestito per lo Speech che lo ha visto protagonista di momenti alti di musica assieme a Dolcenera ma anche di chiacchiere che, con la musica, poco avevano a che fare.

Niente foto coi fans

Morgan non le ha mai mandate a dire, certo, e non teme neanche di inimicarsi il suo pubblico.

Dopo aver negato le foto ai fans, spiega le sue motivazioni sul palco del Campus: “Non capisco per quale ragione vogliano una foto o un selfie con me! Vogliono forse usare la mia immagine per fare like?”. Sicuramente un’asserzione azzardata che farà discutere, considerando anche il fatto che Dolcenera e Niccolò Fabi, anch’essi ospiti della Kermesse, si sono concessi ai pochi fans che si sono mostrati interessati ad una foto ricordo. Ma si sa, Morgan deve sempre andare controcorrente: “Io non posso essere imbrigliato. Hanno tentato di farlo in tv” e poi ha rivolto una lamentela agli autori televisivi: “Non vogliono darmi un programma tutto mio, come a Fiorella Mannoia, non so per quale ragione!”.

Morgan

Tra i brani proposti, Morgan ha suonato al piano “La canzone dell’amore perduto”, magistralmente interpretata dalla voce potente e calda di Dolcenera. Poi qualche battuta sul nome d’arte di Manuela ed il suo rapporto con De Andre’, molto apprezzato, come ben si sa, da Marco Castoldi.

Morgan ha incalzato anche su Berlusconi: “Berlusconi canta meglio di me. Secondo me, dovrebbe cantare. Sarebbe bello se facesse i comizi in Parlamento cantando. Arriva lui e poi, dietro, tutta l’orchestrina”. Ma gli applausi più fragorosi Morgan li strappa quando suona ed interpreta al piano.

Ragazzine senza selfie con Marco Castoldi

Una volta fuori dal Teatro Dell’Opera per la piccola folla di fans in attesa di una foto, l’amara sorpresa. Morgan fugge via, scortato dai Bodyguards e non alza mai la testa con l’intento di mettersi in posa, dimenticando forse che la fama si acquista grazie alla stima del proprio pubblico il quale andrebbe di tanto in tanto ricompensato e che, forse, di qualche like su Facebook ne avrebbe bisogno anche l’artista.

Morgan, in tempi non sospetti, ha litigato con Maria De Filippi e con Mediaset a seguito dei suoi comportamenti sregolati ad Amici. Genio, sregolatezza; Morgan può essere davvero un esempio per i giovani compositori e musicisti o la sua continua necessità di ribellione può distogliere i giovani da quella predisposizione al pubblico che può davvero creare empatia con l’artista? A voi l’ardua sentenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche