Morta Moira Orfei: la “regina” del circo italiano scompare a 83 anni COMMENTA  

Morta Moira Orfei: la “regina” del circo italiano scompare a 83 anni COMMENTA  

Si è spenta a Brescia all’interno della sua casa mobile, come ha fatto sapere la famiglia in un comunicato. “Il Circo che ha guidato insieme al marito Walter Nones – prosegue la nota – facendo divertire intere generazioni, per volontà dello stesso, dei figli e dei nipoti andrà avanti”. Celebre anche per la sua acconciatura, fu Dino De Laurentiis a consigliarle di raccogliere i capelli in un turbante e a chiamarsi Moira.


E’ stata la regina del circo italiano, e insieme al marito Walter Nones ha “fatto divertire intere generazioni”. Moira Orfei è morta a Brescia a 83 anni. A darne notizia è stata la famiglia in un comunicato. “Moira Orfei – si legge – ci lascia in serenità e circondata dall’amore dei familiari, in questa mattina di novembre nella sua bellissima e celebre casa mobile. Il Circo Orfei che Moira, insieme al marito Walter Nones ha guidato facendo divertire intere generazioni, per volontà dello stesso, dei figli e dei nipoti andrà avanti – prosegue la nota – per continuare la tradizione in onore della più grande icona circense”. Infine, conclude il comunicato, “oggi a Brescia si terranno gli ultimi spettacoli della data lombarda in attesa che il Circo arrivi la prossima settimana a Milano”. Moira avrebbe compiuto 84 anni il prossimo 21 dicembre.


Figlia d’arte (suo padre era Riccardo Orfei, celebre clown, e la madre era Violetta Arata, anche lei nota protagonista del mondo del Circo), fin da piccola famosa per la sua bellezza mediterranea (“Per fare pubblicità al circo, mio zio Orlando usava me e le mie due cugine – raccontò lei in un’intervista – Tutta la gente veniva dietro a me. Così si è venuto a sapere che c’era questa ragazza bella e mora”), ha fondato Il circo di Moira Orfei nel 1960, vestendo con abilità i ruoli di cavallerizza, trapezista, acrobata e addestratrice di diversi animali, dai leoni alle colombe.


All’attività circense affianca anche quella cinematografica, forse meno conosciuta, che la rese interprete di ben quaranta film, tra i quali ricordiamo ‘Signore & signori’, ‘Vacanze di Natale ’90’, ‘Casanova ’70’ insieme a Marcello Mastroianni (“Mastroianni mi ha fatto una corte fine, elegante”, confessò lei una volta) e ‘Profumo di donnà con Vittorio Gassmann. “Il cinema mi annoiava – ha raccontato la donna in passato – Però ho fatto ben 47 film. Con Fellini, Gassman, Nino Manfredi, Tognazzi, Vianello e Totòche mi voleva regalare un appartamento”.

L'articolo prosegue subito dopo


Dal marito Walter Nones, a sua volta impresario circense ed ex domatore, ha avuto i figli Stefano e Lara, che l’hanno resa nonna di tre nipoti. Quello di Moira era un personaggio inconfondibile, anche per la sua celebre acconciatura, che porta fin da giovanissima (fu Dino De Laurentiis a consigliarle di raccogliere i capelli in un turbante e a chiamarsi Moira), era riconoscibile da tutti, anche dai non addetti ai lavori.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*