Morta per droga ragazza nei padiglioni del Fornarini
Morta per droga ragazza nei padiglioni del Fornarini
Cronaca

Morta per droga ragazza nei padiglioni del Fornarini

Morta per droga ragazza nei padiglioni del Fornarini
padiglioni_abbandonati_Forlanini

Morta per droga, un’overdose di crack è stata fatale ad una ragazza di 16 anni di Roma trovata nei padiglioni del Fornarini.

Morta per droga una ragazza di appena 16 anni, Sara Bosco è stata trovata in uno dei padiglioni dismessi dell‘ospedale Forlanini. Il suo nome era diventato conosciuto, perchè la madre aveva lanciato un appello in televisione attraverso il programma “Chi l’ha visto?”, dopo che la figlia era scappata da un centro per la disintossicazione di Perugia.

Il corpo della giovanissima ragazza è stato trovato proprio dalla madre su una barella in quel padiglione del Forlanini, dove si presume che Sara vivesse insieme ad altre persone abusivamente. Inutili i soccorsi, i medici accorsi sul posto hanno solo potuto constatare che la ragazza è morta per droga, un’overdose di eroina fumata, chiamata crack.

L’allarme era stato fatto scattare proprio dalla madre della ragazza, che avendo trovato il corpo della figlia ha chiamato i soccorsi, perchè la stessa madre sapeva secondo gli inquirenti dove cercare la figlia e cioè in quel padiglione diventato ormai ritrovo per sbandati e tossicodipendenti, dove spacciare è normalissimo.

Gli agenti della squadra mobile di Monteverde per tutta la giornata hanno interrogato la madre della ragazza ed il suo compagno, uno straniero che si pensa vivesse anch’egli in quel padiglione maledetto.

Gli inquirenti stanno cercando di capire la dinamica della morte di Sara, perchè si presume che la giovanissima potesse ancora essere salvata se l’allarme fosse stato lanciato prima.

Il corpo della ragazza sarà sottoposto ad autopsia per capire bene le cause del decesso, mentre continua la caccia ai pusher che hanno venduto la droga alla ragazza, i quali rischiano l’accusa di omicidio o di morte come conseguenza di altro reato, perchè non è ancora chiaro se Sara fosse sola al momento dell’overdose o lasciata su quella barella da qualcuno, appena capita la gravità delle sue condizioni. Ad ora restano ancora poco chiare le dinamiche della morte per droga di una giovane ragazza di soli 16 anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Patrizio Annunziata 947 Articoli
Vivere di calcio e sport con passione cercando sempre di essere imparziale e raccontare solo e senza mezzi termini la pura realtà dei fatti per rendere un servizio degno ai lettori.