Morte Dario Fo, il figlio Jacopo: censurato in tutti i modi in vita

Attualità

Morte Dario Fo, il figlio Jacopo: censurato in tutti i modi in vita

dario-fo-jacopo

Tutti o quasi i settori della vita pubblica celebrano Dario Fo dopo la scomparsa. Ma il figlio polemizza: lo avete censurato per tutta la vita.

La scomparsa di Dario Fo ha provocato una forte reazione, coinvolgendo quasi ogni settore della vita pubblica. Ma fra le celebrazioni delle ultime ore si è fatto sentire in modo chiaro anche il figlio di Dario Fo, Jacopo.

“E’ stato un gran finale e se ne è andato”, aveva dichiarato Jacopo Fo a Rainews 24 appena dopo la scomparsa del padre: “l’unica cosa sensata che posso dire è che ha resistito e ha continuato a lavorare 8-9-10 ore al giorno fino a quando è stato ricoverato. Bisognerebbe metterlo nei prontuari medici. L’arte, la passione e l’impegno civile servono”.

L’amarezza del figlio Jacopo

Ma dopo il primo commento commosso è arrivata ieri la stilettata, affidata a un tweet. “Sì, adesso sono tutti a celebrare Dario” ha scritto Jacopo Fo, “dopo una vita che han fatto di tutto per censurarlo e colpirlo in tutti i modi.

Vaffanculo. Onore a Brunetta che ha detto che mio padre non gli è mai piaciuto”.

Amarezza e rabbia che Jacopo Fo ha deciso di non trattenere in un momento di sicuro caratterizzato da una forte emotività. Il rapporto di Dario Fo con il potere è del resto stato sempre molto chiaro: l’attore si è posto per tutta la vita in conflitto con la convenzione e la prepotenza. Come chiarito nelle motivazioni addotte dall’accademia di Stoccolma all’atto del conferimento del premio Nobel per la letteratura nel 1997, Dario Fo, “seguendo la tradizione dei giullari medievali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi”.

Oggi e domani mattina rimarrà aperta la camera ardente presso il foyer del teatro Strehler in largo Greppi 1 a Milano. Domani a mezzogiorno si celebreranno invece i funerali di Dario Fo in piazza Duomo con una cerimonia pubblica e laica. Infine la sepoltura nel Famedio del Cimitero Monumentale di Milano accanto alla moglie Franca Rame, scomparsa nel 2013.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche