Morte Federica: l’auto del fidanzato passata al setaccio dai Ris, ancora dubbi su di lui COMMENTA  

Morte Federica: l’auto del fidanzato passata al setaccio dai Ris, ancora dubbi su di lui COMMENTA  

Roma – La povera Federica Mangiapelo, la sedicenne morta la notte dell’1 novembre e ritrovata lungo la riva del lago Bracciano, è stata sepolta ma è ancora mistero circa la sua morte.

Fin dalle prime ore succesive il ritrovamento del corpo, i sospetti si sono concentrati su Marco Di Muro, il fidanzato. Il giovane, probabilmente, è stato l’ultimo a vedere Federica viva.

Il ragazzo è stato ascoltato per ore, il suo alibi sarebbe stato confermato da un amico eppure, qualcosa non torna. Il suo racconto non ha convinto completamente i carabinieri che proseguono nelle indagini, in attesa che ci sia il responso di importanti esami quali, il tossicologico.

Nel frattempo i Ris hanno sequestrato l’auto appartenente a Di Mauro. L’auto sarà rivoltata come un calzino alla ricerca di prove. Ad oggi non risultano persone iscritte nel registro degli indagati ne si può parlare di omicidio così come non possono essere additate a nessuno responsabilità per la morte di Federica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*