Morto il farmacista avvelenato dal cianuro

Milano

Morto il farmacista avvelenato dal cianuro

E’ morto stamani in ospedale a Milano, dopo due settimane di coma, Luigi Fontana, il farmacista avvelenato con un aperitivo al cianuro da un amico imprenditore, Gianfranco Bona, ora in carcere, e che ha confessato di aver avvelenato l’amico per evitare di pagare un debito di 270 mila euro. Erano scarsissime le speranze, poiché gli era stata fatta ingerire una dose letale di veleno dieci volte più alta di quella sopportabile dall’organismo umano. Bona, che era stato fermato lo scorso 5 aprile dalla squadra mobile, ha gia confessato e ora dovra’ rispondere di omicidio.

LA FOTO DIFFUSA DALLA QUESTURA DI MILANO DI GIANFRANCO BONA, 50 ANNI, MENTRE PORTA UN ANALCOLICO E UN CAFFÉ DAL BAR FINO ALLA FARMACIA DELL'AMICO

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...