Morto in gita, nuova perizia: è stato buttato dagli altri COMMENTA  

Morto in gita, nuova perizia: è stato buttato dagli altri COMMENTA  

morto in gita
Domenico Maurantonio, lo studente padovano deceduto mentre era in gita a Milano

Lo studente morto in gita a Milano lo scorso anno, non si sarebbe buttato dal quinto piano dell’hotel. Nuova perizia: è stato sollevato e gettato giù.


Una nuova perizia presentata dalla difesa del ragazzo apre uno scenario inquietante: lo studente morto in gita sarebbe stato sollevato da altri e solo dopo sarebbe caduto dal balcone.


Morto in gita, nuova perizia dell’avvocato della famiglia

Nuove notizie circa la morte di Domenico Maurantonio, lo studente padovano morto nel gennaio dell’anno scorso mentre si trovava a Milano. Il ragazzo era deceduto a seguito di una caduta dal quinto piano dell’hotel milanese dove alloggiava con la sua classe, in gita per una visita all’Expo. L’ipotesi del suicidio o quella della caduta accidentale erano state ventilate fin da subito, ma, alla luce di una nuova perizia presentata dal legale della famiglia Maurantonio, l’ipotesi del gesto autolesionistico risulterebbe da scartare.


Gli sono state alzate le gambe, poi la caduta dal balcone

Il documento sarà depositato nei prossimi giorni dall’avvocato Eraldo Stefani, che ha anticipato parte dei contenuti della perizia, precisando che dalla stessa risulta che Domenico “non si è auto impresso una forza autonoma per buttarsi, ma gli sono state alzate le gambe da altre persone, dopo di che c’è stato lo sganciamento, non si sa se intenzionale o meno”. L’ipotesi diventerebbe quella di una bravata finita male e il legale ha tenuto a precisare di non avere “mai parlato di omicidio” e che si limiterà al deposito della perizia presso gli uffici della Procura, lasciando fare le valutazioni a loro.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*