Morto Paolo Onofri, papà del piccolo Tommy COMMENTA  

Morto Paolo Onofri, papà del piccolo Tommy COMMENTA  

paolo_onofri2-thumb

Il cuore di un genitore può non reggere alla disperazione della perdita di un figlio ucciso a soli tre anni. E’ quanto è successo a Paolo Onofri, il papà di Tommy, rapito e massacrato il 2 Marzo del 2006 a Casalbaroncolo, un paese in provincia di Parma. Dopo due anni da quella tragedia, l’11 Agosto del 2008, l’uomo viene ricoverato per un arresto cardiaco, ma non ha mai più ripreso conoscenza.

Leggi anche: “Se non fai sesso con me pubblico le tue foto hot”: arrestato per stupro


Ricoverato da tempo in una clinica privata, l’uomo è deceduto stanotte, portando con lui quel dolore così difficile da sopportare. Per l’assassino del bimbo, Mario Alessi, potrebbero aprirsi presto le porte del carcere di Prato in cui è rinchiuso per svolgere attività esterne, come stabilisce la legge.

Leggi anche: Bidello addormenta uno studente per violentarlo. Sul cellulare trovati sms hard agli alunni

Comprensibile lo sdegno della mamma di Tommy.

Leggi anche

Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum
Attualità

Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum

Nel cuore della notte Maria Elena Boschi scoppia a piangere. E piange per l'esito del referendum costituzionale. Maria Elena Boschi (Montevarchi, 24 gennaio 1981) è una politica italiana, il Ministro senza portafoglio per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento con delega all'attuazione del Programma di Governo nel Governo Renzi dal 22 febbraio 2014. Due lacrime scivolano sulle sue guance rosa facendo colare anche un po’ di rimmel. Piange in un comprensibile miscuglio di rabbia e delusione. Ecco, l’incredulità. Appena due anni fa, negli indici di gradimento, Maria Elena Boschi era il ministro più popolare del Paese: la madrina di ogni riforma compresa quella più importante, quella della Costituzione, e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*