Morto per le troppe risate, storia incredibile dall’Inghilterra

morto dalle risate

Un uomo è deceduto a causa delle troppe risate. E’ purtroppo accaduto in Inghilterra dove Martin Smith, 58enne di Dartford, è morto andando a schiantarsi con la sua automobile contro un muro di mattoni dopo essere rimasto soffocato dalle sue stesse risate. L’uomo si trovava sul veicolo insieme al fratello Terence, seduto sul sedile del passeggero della Mercedes: i due stavano scherzando e Martin ha iniziato a ridere ad una battuta, ma qualcosa è andato storto.

Leggi anche: Va a fare un prelievo del sangue e muore: lutto choc di un noto commerciante


Il troppo ridere lo ha fatto svenire e a quel punto ha perso il controllo dell’automobile finendo contro il muro, ma sono state proprio le risate ad ucciderlo, come confermato dalla successiva autopsia che ha confermato come il decesso fosse sopraggiunto già prima del momento delelo schianto.

Leggi anche: Corse illegali: Lamborghini perde il controllo e uccide un passante

Il fratello, rimasto gravemente ferito, ha raccontato quei drammatici istanti spiegando di aver provato a prendere il controllo dell’auto senza riuscirci. “Era amato da tutti”, ha tristemente spiegato.

Leggi anche

veronica panarello
News

Veronica Panarello su morte Loris: è stato il nonno ad ucciderlo

Ennesima deposizione di Veronica Panarello: è stato il suocero a uccidere il piccolo Loris. La giovane si è recata in tribunale spontaneamente. Veronica Panarello si è recata nel tribunale di Ragusa e ha rilasciato altre confessioni spontanee. La donna ha accusato il suocero, Andrea Stival, di aver soffocato Loris. Ha confessato di aver avuto una relazione con il suocero e proprio questo è legato ai motivi dell'uccisione del figlio. Infatti il piccolo Loris avrebbe visto la mamma e il nonno insieme e avrebbe voluto confessare tutto al papà. Quella mattina in cui non è andato a scuola, facendo i capricci [...]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*