Mosca: perquisiti gli appartamenti degli oppositori

Cronaca

Mosca: perquisiti gli appartamenti degli oppositori

putinocc

Alla vigilia della grande manifestazione indetta per il 12 giugno, giorno della Festa d’Indipendenza, gli oppositori del Presidente Putin hanno avuto una brutta sorpresa, anche se non proprio inaspettata. Gli agenti della polizia statale di Mosca hanno fatto irruzione in tutte le case di coloro che sono sotto inchiesta dallo scorso 6 maggio per le proteste cittadine seguite all’insediamento al Cremlino dell’ex agente del KGB. L’opposizione, ormai abituata anche ai numerosi e continui arresti, ribatte coraggiosamente alla nuova intimidazione affermando di conoscere le vere intenzioni del regime. “Le perquisizioni sono funzionali alla protesta di domani e servono a frenare le iniziative degli oppositori, li scoraggiano entrando nelle loro case” – dichiara Prokhorov, avvocato del noto blogger Navalny (Euronews). I principali esponenti anti-governo saranno interrogati domani. Non potranno così prendere parte alla manifestazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche