Mostre: da Pollock a Dalì, va di scena il Novecento COMMENTA  

Mostre: da Pollock a Dalì, va di scena il Novecento COMMENTA  


Mostre: da Pollock a Dalì, va di scena il Novecento
Al Vittoriano si celebrano i 100 anni dalla nascita di Guttuso. E ancora Tintoretto, Signorelli e Paul Klee

Da Pollock e le avanguardie americane a Salvador Dalì a Paul Klee, il 2012 delle grandi mostre sarà all’insegna dell’arte del ‘900 e importanti incursioni nell’antico, come nel caso dell’evento espositivo dedicato dall’Umbria a Luca Signorelli o quello incentrato sulla storia del ritratto da Raffaello a Van Gogh (che inaugurerà la Basilica Palladiana dopo un imponente restauro), per finire al genio di Tintoretto per la prima volta a Roma.

Leggi anche: A Livorno, la mostra dedicata ai Falsi D’Autore


Il 21 gennaio si esordisce a Castel Sismondo di Rimini con Da Vermeer a Kandinsky, dove saranno riuniti i capolavori provenienti dai maggiori musei internazionali (tra cui Tate Gallery, National Gallery di Edimburgo, museo di Boston, Kroller Museum di Otterlo) per i 15 anni di mostre prodotte e curate da Marco Goldin di Linea d’ombra. Collegata alla rassegna riminese a San Marino la mostra Da Hopper a Warhol. Pittura americana del XX secolo, sempre in contemporanea.

Leggi anche: A Torino, la mostra “Lorenzo Pingitore. Fabbrica di Fiammiferi”


Il 28 gennaio, ai Musei San Domenico di Forlì sarà la volta di Wildt. L’anima e le forme tra Michelangelo e Klimt, in cui saranno esposte marmi e bronzi di uno dei massimi scultori del ‘900 europeo, a loro volta affiancati dalle opere dei maestri del passato (tra cui Fidia, Antonello da Messina, Michelangelo, Bernini, Canova) e moderni (come Previati, Rodin, Klimt, Brancusi, de Chirico, Martini, Messina, Fontana) con cui Wildt si confrontò nel suo complesso percorso creativo.


Il 5 febbraio è di scena, negli spazi di Palazzo Magnani, Hayez, Fontanesi e l’Ottocento incantato, mentre il 7 nel romano Palazzo delle Esposizioni arriva Il Guggenheim. L’Avanguardia Americana 1845-’80.

L'articolo prosegue subito dopo


A partire dall’omaggio a Jackson Pollock nel centenario della nascita, la mostra vuole essere una formidabile riflessione visiva sullo svolgimento delle principali tendenze artistiche americane del dopoguerra, attraverso una rassegna di capolavori provenienti dai fondi Guggenheim in tema di Espressionismo Astratto, Pop Art, Mimimalismo, Arte Concettuale, Fotorealismo.

Il 25 febbraio, sempre a Roma, alle Scuderie del Quirinale, si apre l’attesa esposizione incentrata sul genio del Tintoretto, la prima monografia dedicata al grande maestro veneziano. Allestiti circa 40 dipinti, tra cui la Madonna dei Tesorieri, il Trafugamento del corpo di San Marco e i due celeberrimi autoritratti: il giovanile del Victoria & Albert Museum e il senile del Louvre.

Si torna invece all’arte moderna con Il Divisionismo a Palazzo Roverella di Rovigo (il 25 febbraio) e con I giganti dell’avanguardia: Mirò, Mondrian, Calder, ancora dalle Collezioni Guggenheim dal 2 marzo nella ex-chiesa di San Marco di Vercelli.

Di nuovo avanguardie americane, ma del XIX secolo, a Firenze, dove dal 3 marzo Palazzo Strozzi ospiterà Sargent e gli impressionisti del nuovo secolo, mentre a Palazzo dei Diamanti di Ferrara si può scoprire dal 17 marzo la luce abbacinante dello spagnolo Sorolla.

E spagnolo, ma questa volta famosissimo, è invece Salvador Dalì, il cui genio spiazzante e visionario e’ dal 10 marzo al Complesso del Vittoriano. Allestite oltre 150 opere tra oli, disegni, documenti, fotografie, per illustrare il percorso umano e artistico di uno degli artisti più celebri di tutti i tempi.

Ad aprile, il 24, è la volta di Luca Signorelli, al centro di un evento espositivo che si riallaccia ai precedenti dedicati a Perugino e Pintoricchio e che coinvolgerà Perugia, Città di Castello, Orvieto e San Sepolcro, le città umbre che ospitano i capolavori assoluti del grande maestro rinascimentale.

La stagione autunnale 2012 ripartirà con la 13/a edizione della Biennale Architettura (con il neo direttore David Chipperfield), ai Giardini e all’Arsenale di Venezia il 29 agosto.

La nuova avventura di Marco Goldin tra Vicenza e Verona ci porterà – dal 6 ottobre – 80 opere di pittura e scultura dai musei di tutto il mondo. Intitolata Da Raffaello a Rembrandt a Van Gogh. Per una storia del ritratto in Europa, la rassegna nel gennaio 2013 si sposterà alla Gran Guardia di Verona.

Il 5 ottobre, il Vittoriano celebra Renato Guttuso a cento anni dalla nascita, mentre dal 9 alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna si apre Paul Klee e l’Italia.

Leggi anche

Come ridurre danni da fuochi d'artificio
Cultura

Come ridurre danni da fuochi d’artificio

I fuochi d'artificio fanno parte dell'arte pirotecnica. Questi sono l'ultimo, e più gradito, spettacolo in tutte le feste. I fuochi d'artificio sono stati creati in Cina nell'ottavo secolo. Essi venivano usati, fino all'ottocento, solo nelle feste dei nobili e nelle cerimonie militari. Oggi questi vengono usati per salutare l'anno nuovo. Nella festa di fine anno utilizzo di fuochi d'artificio può portare a provocare danni alle persone, agli animali e possono portare a creare principi d'incendio. Infatti, dentro ad essi si trovano tre componenti: il combustibile; il comburente, che sono materiali che contengono ossigeno; additivi per gli effetti pirotecnici. Questi tre Leggi tutto

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*