Mostre: Diamonds a Jubilee Celebration

Mostre

Mostre: Diamonds a Jubilee Celebration


Mostre: Diamonds a Jubilee Celebration
Per i 60 anni della regina in mostra i diamanti della corona. La prossima estate a Buckingham Palace

In mostra il Cullinan, il diamante più grande mai rinvenuto, insieme alla collana e gli orecchini. Esposta anche la tiara che la nonna regalò a Elisabetta

I diamanti della monarchia britannica, alcuni dei quali appartenenti alla regina Elisabetta II, saranno esposti al pubblico la prossima estate in occasione di una mostra organizzata a Buckingham Palace per il giubileo di diamanti della sovrana.

I visitatori potranno ammirare uno dei suoi gioielli preferiti: una tiara che le è stata regalata dalla nonna, la regina Mary, nel 1947, da cui il soprannome di tiara della nonna.

La regina l’ha indossata ultimamente in occasione di un banchetto in onore del presidente turco. La tiara era stata offerta nel 1893 alla regina Mary come regalo di matrimonio. Originariamente era ornata da perle che nel 1920 sono state sostituite da diamanti.

Faranno bella mostra di sé anche la collana e gli orecchini indossati da Elisabetta alla sua incoronazione nel 1953.

Ornata da 25 diamanti e da un pendente fatto da un diamante di 22,48 carati, la collana era stata creata nel 1858 per la regina Vittoria.

In mostra ci sarà anche la corona miniatura disegnata su sua richiesta per Vittoria che considerava, si dice, troppo ingombrante la parure imperiale. Questa corona misura nove centimetri di larghezza e 10 di altezza ed è decorata da circa 1.200 diamanti.

I visitatori potranno anche ammirare un bracciale e una collana donati dal governo sudafricano a Elisabetta II per i suoi 21 anni fatti dello stesso numero di pietre preziose. E una spilla ornata da un diamante rosa di 23,6 carati, una rarità. La pietra era stata offerta come regalo di matrimonio all’attuale sovrana da un geologo canadese. Nel 1953 è stata trasformata in una spilla dal gioielliere francese Cartier.

Elisabetta II detiene il secondo record di longevità sul trono britannico, dietro alla regina Vittoria che ha regnato più di 63 anni.

Le celebrazioni del suo giubileo di diamanti (60 anni di regno) dureranno quattro giorni nel Regno Unito, dal 2 al 5 giugno, con feste per le strade, un concerto e la risalita del Tamigi da una flotta di 1.000 imbarcazioni.

E’ il diamante più grande che sia mai stato rinvenuto. Fu trovato nel 1905 nella miniera Premier del Transvaal e il suo peso era di 3106 carati. Prende il nome dal principale azionista della miniera, il colonnello Thomas Cullinan che cedette la pietra al governo del Transvaal. Quest’ultimo la donò a Edoardo VII d’Inghilterra in occasione del suo sessantesimo compleanno come segno di riconoscenza per l’indipendenza concessa.

Da questo enorme diamante grezzo vennero ricavati 9 diamanti sfaccettati. Il più grande è chiamato Cullinan I oppure Grande Stella d’Africa. Pesa 530,20 carati, è tagliato a goccia ed è incastonato nello scettro britannico.

Il secondo è il Cullinan II è tagliato a cuscinetto, pesa ct 317,40 e lo si può ammirare nella Corona Imperiale inglese.

I Cullinan III e IV sono incastonati nella corona della Regina d’Inghilterra. I primi quattro si possono ammirare nel Museo della Torre di Londra. Le pietre tagliate dal grezzo Cullinan sono incastonate nei gioielli della Corona britannica.

Quando è stato rinvenuto nella Repubblica del Congo pesava 777 carati. Dopo tre anni di studi è stato tagliato a goccia con proporzioni perfette. I suoi 203,04 carati, la straordinaria limpidezza e la rarità del suo colore D ne fanno una gemma incredibilmente unica. E’ il pezzo forte della Millenium Collection della De Beers, che lo acquistò negli anni ’90.

Elisabetta II detiene il secondo record di longevità sul trono britannico, dietro alla regina Vittoria che ha regnato più di 63 anni. Le celebrazioni del suo giubileo di diamanti (60 anni di regno) dureranno quattro giorni nel Regno Unito, dal 2 al 5 giugno, con feste per le strade, un concerto e la risalita del Tamigi da una flotta di 1.000 imbarcazioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche