Motivi della decapitazione dei nemici degli Jihadisti

Guide

Motivi della decapitazione dei nemici degli Jihadisti

Uno dei rituali più crudeli dell’Isis è la decapitazione. L’ esercito del califfato islamico hanno sinora ucciso con questo criterio quattro ostaggi, due americani e due britannici. Inoltre sono emersi diversi resoconti sulle decapitazioni subite dai soldati di Assad o dell’esercito iracheno. L’Isis decapita gli infedeli o i suoi nemici in base a un’interpretazione perversa del Corano, traviando il messaggio del libro sacro del culto islamico.

L’Isis ha giustiziato quattro ostaggi: James Foley, Steven Sotloff, David Haines e Alan Henning.Inoltre diversi resoconti indicano come anche i soldati dell’ esercito siriano e iracheno siano stati ammazzati con questa modalità così efferata.

E’ stato riportato che nella capitale del califfato, la città siriana di Raqqa dove dovrebbe nascondersi al-Baghdadi, siano state appese a pali e inferiate le teste tagliate dei militari di Assad per terrorizzare chi si oppone alle regole dell’Isis.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...