MotoGp: Stoner torna alla Ducati COMMENTA  

MotoGp: Stoner torna alla Ducati COMMENTA  

Stoner is downplaying the importance of the race but has won the last 3 here

L’annuncio è stato dato da pochi giorni, ed è stato salutato con grande entusiasmo dai tifosi della Ducati, la casa motociclistica italiana protagonista della Moto Gp.

L’australiano Casey Stoner, 30 anni, dopo un quinquennio trascorso nella scuderia Honda, ha deciso di rescindere il contratto e di fare ritorno alla Ducati, dove, già a partire dalla prossima stagione 2016, sarà chiamato a dare un importante contributo alla messa a punto della Desmosedici.

“Ducati Corse ha il piacere di annunciare la rinnovata collaborazione con Casey Stoner, che nel 2016 svolgerà per la Casa italiana il duplice ruolo di testimonial Ducati e collaudatore MotoGP” è stato l’annuncio ufficiale dato dalla Ducati, che per bocca dell’Amministratore Delegato della Ducati Motor Holding, Claudio Domenicali, ha avuto parole di sincera soddisfazione per il ritorno ‘a casa’ del pilota australiano.

“Casey è sempre rimasto nel cuore dei ducatisti” ha detto infatti Domenicali, “e sono entusiasta che abbia deciso di tornare a far parte della nostra famiglia.

Ha un talento straordinario e con la sua esperienza saprà dare un importante contributo a Gigi e ai nostri due Andrea per lo sviluppo della Desmosedici in MotoGp”.

Soddisfatto e propositivo si è dimostrato anche il diretto interessato, campione del mondo e vincitore di ben 23 gran premi in sella alla Ducati.

L'articolo prosegue subito dopo

“Ho tanti bei ricordi degli anni in cui ho lavorato con Ducati” ha dichiarato Casey Stoner, “e l’occasione di poter di nuovo collaborare con loro è davvero speciale. Gigi Dall’Igna ha portato con sé un nuovo approccio e non vedo l’ora di poter aiutare Andrea Dovizioso, Andrea Iannone e il Ducati Team: ci metterò tutto il mio impegno. Ducati e i suoi tifosi sono stati davvero importanti nella mia carriera, e sarà fantastico ritrovarli e iniziare un altro capitolo della mia vita con questo marchio così affascinante”. Ai tifosi della Ducati e agli appassionati in genere non resta che aspettare che Stoner dia davvero il suo contributo al team italiano.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*