Movimento Cinque Stelle, deputati restituiscono metà del primo stipendio COMMENTA  

Movimento Cinque Stelle, deputati restituiscono metà del primo stipendio COMMENTA  

I deputati Cinque Stelle, come gli altri del resto, hanno ricevuto la prima busta paga per il primo mese e mezzo di lavoro al Parlamento (Aprile e metà Marzo). Nella voce “Camera dei Deputati, servizio per le competenze parlamentari” sono compresi i rimborsi forfettari, la diaria, l’assistenza sanitaria, l’indennità, la previdenza.

Leggi anche: Cinque Stelle: Di Maio o Di Battista i candidati premier

In tutto si tratta di diciottomila euro. I colleghi di Montecitorio terranno questa cifra per intero, i deputati grillini invece ne restituiscono una parte. Sì, ma quanta  e quale?

Facendo un calcolo approssimativo, il Movimento Cinque Stelle restituirà allo Stato italiano circa 350 mila euro al mese, che all’anno fanno più di 4 milioni di euro.

Leggi anche: Manovra: domani il voto di fiducia al Senato

Il deputato Roberto Fico specifica che i grillini al Parlamento intendono rinunciare anche ai rimborsi elettorali ( il cui importo è di circa 42 milioni di euro) e al trattamento di fine rapporto.

Ad ogni deputato resterà una somma compresa tra i 2.500 e i 2.900 euro netti.

Leggi anche

Leslie Thurow: ubriaca alla guida travolge un poliziotto
Esteri

Leslie Thurow: ubriaca alla guida schiaccia un poliziotto

Una donna ubriaca travolge un poliziotto e lo manda per parecchi mesi all'ospedale: la sentenza dopo due anni.   Questo il risultato della sbornia di Leslie Thurow:  sedici ossa rotte, otto interventi chirurgici, 17 mesi di fisioterapia per Cockins che ha letteralmente travolto e schiacciato con la sua macchina. Il poliziotto dell'Illinois l'ha vista davvero brutta.  La conducente, Leslie Thurow, già conosciuta per le sue bravate in stato di ebrezza,  era completamente ubriaca e lo ha schiacciato con il suo SUV contro una Jeep. All'epoca la Thurou aveva già ricevuto svariate segnalazioni e contravvenzioni per il suo terzo incidente in Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*