Muore dopo aver bevuto 56 chupiti COMMENTA  

Muore dopo aver bevuto 56 chupiti COMMENTA  

Una bevuta andata storta di recente ha portato alla morte un uomo dopo che questi ha bevuto 56 chupiti.

Il proprietario del bar Le Starter in Francia è ora accusato di omicidio colposo dopo essere stato accusato di sottrarsi alla sua responsabilità di fermare l’uomo di 57 anni, conosciuto solo come Renaud, dal bere così tanto.


Una lavagna sulla parete del bar riportava scritto il record mondiale di shottini da bere e si pensa sia questo che abbia spronato Renaud alla sua bevuta estrema.


Sorprendentemente, i testimoni dicono Renaud aveva già bevuto 14 chupiti prima di iniziare il suo tentativo di battere il record mondiale iniziando con 30 bicchierini in un minuto.


Mentre le abilità bere di Renaud, se riferito con precisione, sono certamente impressionante, le circostanze della sua morte non sono così imponente.

Sua figlia sostiene che il proprietario del bar gli aveva sussurrato ‘te ne mancano ancora 12’ nell’orecchio di Renauds.

L'articolo prosegue subito dopo


Dopo 56 chupiti è andato in arresto cardiaco ed è morto il giorno dopo in ospedale.

Il proprietario del bar ha insistito sul fatto che i clienti sono ‘responsabili per se stessi’.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*