Muore di leucemia dopo una lunga battaglia: giovane papà lascia bimba di 4 anni
Muore di leucemia dopo una lunga battaglia: giovane papà lascia bimba di 4 anni
Cronaca

Muore di leucemia dopo una lunga battaglia: giovane papà lascia bimba di 4 anni

leucemia
Muore di leucemia dopo una lunga e dolorosa battaglia: è il caso del giovane papà trevigiano Michael Vidori, che lascia una moglie e una bimba di 4 anni.

Muore di leucemia dopo una lunga e dolorosa battaglia: è il caso del giovane papà trevigiano Michael Vidori, che lascia una moglie e una bimba di 4 anni.

La leucemia è un terribile male. Un tumore delle cellule del sangue che ne provoca una interferenza nella crescita e nello sviluppo normale delle stesse. Colpisce tramite una sfrenata e incontrollata produzione di globuli bianchi non perfettamente sviluppati. Il nome di leucemia raccoglie in se una ampia gamma di diverse specie di questo male.

Quel che ci interessa è che è un male curabile, che si può individuare tramite le analisi del sangue o tramite biopsia. In Italia si stima vi siano circa 15 casi ogni 100.000, all’anno, con una incidenza maggiore per gli uomini rispetto alle donne. Uomini e donne di età adulta, ma non sono esenti da questo male i pazienti di giovane età.

Stroncato dalla Leucemia

Lasciandoci dietro le statistiche, dobbiamo calarci nella realtà. Siamo a Valdobbiene, nel trevigiano, dove un giovane appena 29 anni, è morto dopo una lunga e dolorosa battaglia contro la leucemia. Si tratta di Michael Vidori, giovane padre che lascia la moglie Mary e la figlia di appena 4 anni.

Il funerale

Il giovane paziente è stato ricordato lunedì durante la funzione funebre.

Affollatissima la Chiesa di Valdobbiene, in onore del giovane, gremita di amici, parenti, colleghi di lavoro, conoscenti e parenti. Viene ricordato da tutti come un ragazzo onesto, amante della vita e del proprio lavoro. Capace di affrontare con determinazione, dedizione cuore ogni lavoro. Attento alle relazioni umane e solare. Un lavoratore instancabile e un guerriero. Un guerriero che neanche durante il decorso della leucemia si è arreso e ha continuato a combattere.

Il ricordo del giovane

Proprio il suo carattere solare e determinato lo ha aiutato nei mesi della malattia, aiutandolo a non perdere mai la propria dignità, e a non far pesare a nessuno l’oscuro male che lo stava divorando. Toccanti anche le parole del sacerdote, Don Romeo Penon, che ha ringraziato quanti sono accorsi ai funerali del giovane. La presenza di molti è stata testimonianza dell’affetto nutrito nei confronti del giovane Vidori. Anche se la leucemia lo ha vinto, il ricordo del giovane padre non si è spento nella comunità, che si è stretta nel dolore attorno alla famiglia Vidori.

I genitori del giovane, Elena e Valter Vidori, hanno ringraziato quanti si sono uniti a loro nella dolorosa scomparsa del loro figlio.

Hanno inoltre ringraziato l’intera equipe del reparto di Ematologia dell’Ospedale dell’Angelo di Mestre (Venezia), per aver sempre accudito con umanità, gentilezza e professionalità il doloroso calvario che ha investito il giovane Michael Vidori. Li hanno inoltre ringraziati per essere stati sempre un appoggio sicuro anche per loro, durante tutto l’arco della malattia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche