Muore sotto il portone di casa, 44enne scambiato per barbone COMMENTA  

Muore sotto il portone di casa, 44enne scambiato per barbone COMMENTA  

clochard-copia

Tragedia dell’indifferenza a Genova. Un uomo di 44 anni, Roberto Melendrez Montenegro, ecuadoriano ma residente in Italia da tanto tempo, è morto davanti al portone della sua casa, nel quartiere genovese di Rivarolo. Tanti passanti lo hanno senz’altro notato accasciato al suolo, bisognoso di aiuto a causa di un improvviso malore. Ma nessuno, evidentemente, ha chiesto all’uomo come si sentisse e se avesse bisogno di assistenza. Il poveretto, che risiedeva proprio nel condominio davanti al quale è morto, è rimasto a terra tutta la notte, forse scambiato per uno dei tanti clochard della zona.


Gli inquirenti hanno escluso l’ipotesi di morte violenta, l’uomo lavorava come tinteggiatore, non aveva problemi con nessuno e non aveva precedenti penali. Il pm che guida le indagini è convinto che la morte dell’acuadoriano sia stata provocata dalle basse temperature.

Ma ad uccidere quest’uomo è stata prima di tutto la bieca indifferenza.

1 Commento su Muore sotto il portone di casa, 44enne scambiato per barbone

  1. Bisognerebbe fare la stessa cosa a quelli che non si sono interessati.
    Quando muoiono “loro”, sarebbe da tirare dritto e/o girarsi dall’ altra parte!
    Ma come si fà a stare tutta la notte a terra e nessuno si ferma??
    Cuore_Triste.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*