Musulmani in chiesa: solidarietà ai cattolici, uniti contro il terrorismo

News

Musulmani in chiesa: solidarietà ai cattolici, uniti contro il terrorismo

musulmani in chiesa

Una domenica di solidarietà con i musulmani in chiesa. Insieme per dire no al terrorismo, una “reazione corale”, secondo il cardinal Bagnasco.

Imam e musulmani in chiesa “per dare ai cattolici un segno di solidarietà” dopo le violenze della parrocchia di Saint Etienne a Rouen, in Francia. Questo l’appello del Centro per il Culto Musulmano di Francia. Allineata la Comunità Religiosa Islamica Italiana (Coreis) che ha inviato i propri delegati in diverse chiese per portare un segno di vicinanza alla popolazione cattolica.

Presenza simbolica per dare un messaggio contro il terrorismo

Secondo l’imam Muhyiddin Bottiglioni, la comunità islamica ha voluto portare “una testimonianza di compartecipazione sacrale, che vede contemporaneamente portare un segno di vicinanza spirituale“. Da Milano a Roma, dove tre imam hanno assistito alla messa nella chiesa di Santa Maria in Trastevere. “Tutte le religioni sono religioni di pace, fratellanza e uguaglianza” hanno detto, rimarcando che la loro presenza “è simbolica per mandare un messaggio” di lotta al terrorismo.

I musulmani prendono le distanze dai terroristi: non siamo tutti così

Dal bresciano è arrivato il duro commento dell’imam Ahmed El Balazi, che ha definito i terroristi dei “criminali” e dei “falliti”. “Come me” ha aggiunto, “la pensano gli altri imam con i quali sono in contatto.

Questa gente sporca la nostra religione ed è brutto sapere che tanti considerano tutti i musulmani dei terroristi. Non è così”.

Grazie ai musulmani italiani. Reazione corale, secondo il cardinal Bagnasco

Un plauso è arrivato dal ministro degli Esteri Paolo Gentiloni. Con un tweet ha voluto ringraziare tutti i musulmani italiani “che indicano alle loro comunità la via del coraggio contro il fondamentalismo”. Si è congratulato anche il cardinal Bagnasco, che ha parlato di una “reazione corale” da parte dell’intera comunità islamica. “Non sempre abbiamo sentito una reazione corale” ha commentato da Cracovia Bagnasco, “ora questo si sta invece creando”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche