Il Myanmar ospita la città fantasma più grande del mondo

Viaggi

Il Myanmar ospita la città fantasma più grande del mondo

Costruzione in città disabitata
Costruzione di Naypyidaw, la nuova capitale del Myanmar
nyapydaw

Nello Stato sud – est asiatico del Myanmar – nome imposto alla Birmania dopo il colpo di Stato militare nel 1998 – esiste una città con dimensioni sei volte più grandi di quelle di New York, ma è quasi completamente disabitata. E’ la nuova capitale del Paese, chiamata Naypyidaw, che sorge a circa 320 miglia dalla vecchia Yangoon.

L’idea della sua costruzione, avvenuta nel 2005, è nata dalla megalomania del dittatore Than Shwe, 83 anni ed ancora in carica – naturalmente si tratta di una figura che avversa la nota Premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kiy – : Than Shwe è lo stesso personaggio che, qualche anno fa, era stato sul punto di acquistare il Manchester United per poi tirarsi indietro e decidere, investendo la stessa cifra, di creare un campionato nazionale di calcio.

Per costruire la nuova, mastodontica città, lo Stato birmano ha estorto al proprio popolo già povero una cifra equivalente a 26 miliardi di euro, allo scopo di esibire un lusso sfrenato davanti ai turisti occidentali. In particolare a Naypyidaw vi sono strade da otto corsie progettate per milioni di automobili, imponenti musei, hotel ed attrazioni turistiche, che però sono rimasti vuoti perché il Myanmar è una località ancora poco conosciuta e certamente lontana; inoltre pochissimi suoi cittadini hanno voluto – potuto permettersi? – di stabilirsi in questo luogo, delle decine di milioni che potrebbe ospitarne, e solo un milione risiede nelle sue vicinanze. Praticamente parliamo di una città fantasma, che comunque avrebbe teoricamente il vantaggio di essere in posizione più centrale rispetto a Yangoon – anche negli antichi regni birmani non era raro che la collocazione della capitale venisse cambiata –. Il regime l’ha voluta costruire in questo modo, perché meglio difendibile militarmente e perché non garantisce vantaggi ad eventuali rivoltosi. Than Shwe ha pensato a tutto quanto, tranne che ad eventuali abitanti.

1 / 5
1 / 5
Costruzione in città disabitata
Grande strada
Strada in città asiatica disabitata
Costruzione in Myanmar
Costruzione in Myanmar

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...