Napoli. A San Domenico Maggiore, “Delirio d’un amore antico” con Maurizio Merolla

Cultura

Napoli. A San Domenico Maggiore, “Delirio d’un amore antico” con Maurizio Merolla

Delirio d’un amore antico” di Ilio Stellato e Maurizio Merolla, in scena nei giorni 12, 13, 16, 17, 18, 19 ottobre, nella Sala del capitolo all’interno dell’antico refettorio della Basilica di San Domenico Maggiore, è una ricostruzione fantastica ed inquietante delle vicende di Carlo Gesualdo, Principe di Venosa, sua moglie Maria d’Avalos e Fabrizio Carafa, Duca d’Andria. Una storia che a distanza di 400 anni ha mantenuto intatto tutto il suo fascino e che racconta le vicende della bellissima principessa Maria d’Avalos, sposata col principe Carlo Gesualdo da Venosa, grande musicista. Maria, dotata di una bellezza e di una sensualità fuori dal comune, è una figura ancora oggi molto affascinante e misteriosa. Si racconta, infatti, che il precedente marito della principessa sia morto a causa dei ripetuti congiungimenti carnali ai quali la moglie-ninfa lo costringeva. La notte tra il 16 e 17 ottobre 1590, Maria viene trucidata col suo amante Fabrizio Carafa in una stanza da letto di Palazzo Sansevero.

I due corpi martoriati vengono poi lasciati nudi sulle scale del Palazzo. L’evento, che apre un progetto più ampio con protagonisti personaggi di Napoli, fatti rivivere nei luoghi in cui si sono realmente svolti, viene realizzato in occasione delle celebrazioni del Principe Carlo Gesualdo da Venosa. Protagonisti della rievocazione sono Maurizio Merolla, che ne firma anche la regia e la direzione artistica, Marcella Vitiello, Marco Cacciapuoti, Assunta De Falco, Ciro Grano, Fedele Canonico, Annalisa Ardolino, Antony Delle Donne. L’accompagnamento musicale è eseguito da Giancarlo Sanduzzi e Andrea Sensale, mentre le coreografie sono di Carla Borriello. Le rappresentazioni saranno anticipate da una visita guidata facoltativa, che si terrà un’ora prima dall’inizio dello spettacolo, a cura dell’Associazione “Mani e Vulcani”. L’evento si avvale dei seguenti patrocini: Regione Campania, Comune di Napoli, Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, Provincia di Foggia, Comune di Venosa, Comune di Gesualdo, Comune di Andria, Comune di Stigliano, Comune di Montesarchio, Comune di Vasto, Provveditorato agli studi di Napoli, Consulado General de España.

Si ringrazia l’Assessorato alla cultura di Napoli per gli spazi concessi.

La distribuzione gratuita degli inviti d’ingresso (sino ad esaurimento) è a cura del Gran Caffè Neapolis – Piazza San Domenico Maggiore, Napoli.

Calendario spettacoli:

sabato 12 – ore 20.30

domenica 13 – ore 20.30

mercoledì 16 – ore 20.30

giovedì 17 – ore 20.30

venerdì 18 – ore 20.30

sabato 19 – ore 12.00

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche