Napoli-Atalanta, probabili formazioni Serie A 22 marzo 2015

Calcio

Napoli-Atalanta, probabili formazioni Serie A 22 marzo 2015

napoli-atalanta

Napoli-Atalanta: le probabili formazioni.

Benitez deve rinunciare a quattro pedine, ma si rivede Insigne al San Paolo. Reja senza Carmona.

Napoli-Atalanta dopo la sconfitta del Cagliari nell’anticipo diventa partita fondamentale soprattutto per i padroni di casa, ancora in corsa per il secondo e terzo posto.

Benitez dopo la qualificazione ai quarti di Europa League ritrova il campionato dove il Napoli sta balbettando e per una gara davvero importante come questa è costretto a rinunciare a Gargano e Strinic infortunati, più Albiol e Ghoulam squalificati. Finalmente però dopo quattro mesi rimetterà piede al San Paolo il folletto di Frattamaggiore Lorenzo Insigne. Vista la contemporanea assenza dei due terzini sinistri il tecnico potrebbe schierare Zuniga dal primo minuto oppure spostare Britos e chiedere a Koulibaly non in perfette condizioni di stringere i denti. Soliti ballottaggi per il terzetto da schierare alle spalle di Higuain, questa volta i favoriti dovrebbero essere Hamsik, Gabbiadini e De Guzman.

Reja ritorna al San Paolo con un’assenza importante, quella di Carmona squalificato, il quale dovrebbe essere sostituito dal napoletano Migliaccio.

In attacco fiducia nell’ex Denis, che quando vede il Napoli spesso va in rete e recupero importantissimo come quello di Zappacosta, probabilmente schierato nei tre a supporto dell’argentino.

La partita sarà diretta da Calvarese di Teramo.

Le Probabili Formazioni:

Napoli (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Henrique, Koulibaly, Britos ; David Lopez, Inler; Gabbiadini, Hamsik, De Guzman; Higuain.

Atalanta (4-2-3-1): Sportiello; Masiello, Stendardo, Cherubin, Dramè; Migliaccio, Cigarini; Zappacosta, Moralez, Gomez; Denis.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Patrizio Annunziata 923 Articoli
Vivere di calcio e sport con passione cercando sempre di essere imparziale e raccontare solo e senza mezzi termini la pura realtà dei fatti per rendere un servizio degno ai lettori.