Napoli: ferito con un’arma da fuoco per rubargli il motorino. 34enne in prognosi riservata

Napoli

Napoli: ferito con un’arma da fuoco per rubargli il motorino. 34enne in prognosi riservata

napoli
napoli, sparano per rubare un motorino

A Napoli un uomo di 34 anni è stato ferito da una gamba in maniera grave attorno a mezzanotte nel tentativo di rubare lo scooter

Napoli violenta a causa di una sparatoria avvenuta in un quartiere della città partenopea dove un uomo è stato ferito ad una gamba mentre gli veniva rubato il proprio scooter. Azione molto cruenta sui quali stanno indaganto di militi dell’Arma.

La vittima di 34 anni, incensurato, ha raccontato in breve la sua avventura prima di svenire ed esser condotto quindi all’Ospedale San Giovanni Bosco della città partenopea dove è stato subito visitato. Le condizioni del ragazzo sono apparse subito preoccupanti a causa della grave perdita di sangue, attualmente è ricoverato in prognosi riservata. Pallottola che aveva trapassato direttamente la gamba da parte a parte causando problemi non da poco.

Il fatto di sangue è avvenuto attorno alla mezzanotte mentre l’uomo stava transitando in sella al suo motorino sul tratto compreso tra via Montello e via Regina Margherita quando è stato affiancato da qualcuno che lo ha costretto a consegnare lo scooter e quindi è stato ferito con un colpo di arma da fuoco che lo ha raggiunto alla gamba.

Il ragazzo è riuscito, nonostante la copiosa perdita di sangue e il forte dolore, a raggiungere un vicino negozio che a quell’ora era ancora aperto.

Appena varcata la soglia, il titolare gli ha prestato il primo soccorso per poi ha accompagnarlo all’ospedale per le cure del caso. Questo è quello che la stessa persona ha raccontato alle Forze dell’Ordine, versione peraltro confermata dall’uomo.

Sul posto è arrivata la Polizia Scientifica che ha effettuato i rilevamenti del caso trovando le tracce ematiche a conferma di quanto accaduto. Purtroppo la vittima non ha saputo dare alle Forze dell’Ordine modello e marca dello scooter rubato, quindi le indagini sono tuttora in corso per stabilire l’esatta dinamica dei fatti.

Nei prossimi giorni sicuramente si dovrebbe venire a capo di questa situazione che ha ancora qualche lato oscuro ma che certamente la Scientifica saprà dipanare quanto prima.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche