Napoli, fratello pentito ucciso nel letto. Due colpi alla testa. Parenti avvertiti al citofono da anonimo

Cronaca

Napoli, fratello pentito ucciso nel letto. Due colpi alla testa. Parenti avvertiti al citofono da anonimo

Napoli,fratello pentito ucciso nel letto. Due colpi alla testa. Parenti avvertiti al citofono da anonimo

Un uomo è stato ucciso con quattro-cinque colpi di pistola mentre dormiva a casa nel suo letto. L’episodio è avvenuto a Napoli la notte del 7 Marzo scorso. La vittima è Giovanni Sarno (54 anni), fratello di Carmine Sarno, collaboratore di giustizia. Il fattaccio è avvenuto in un’abitazione di via Angelo Camillo De Meis, nella zona di Gianturco. Il corpo è stato trovato da una nipote intorno alle ore 4:00. I parenti sono stati avvertiti da un anonimo che ha citofonato nel cuore della notte. L’uomo non era sconosciuto alla giustizia, era infatti un pregiudicato per i seguenti reati: associazione a delinquere, porto abusivo di armi, omicidio e rapina. Sull’accaduto sta indagando la squadra mobile della Procura di Napoli. L’arma del delitto è sicuramente una revolver, visto che a terra non sono stati trovati bossoli. I fratelli, elementi di spicco del clan Sarno, avevano cominciato a collaborare con la giustizia dal 2009.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...