Napoli, Hamsik: “Siamo delusi, ma ora vogliamo il secondo posto”

Sport

Napoli, Hamsik: “Siamo delusi, ma ora vogliamo il secondo posto”

Il Napoli non riesce a passare alla fase successiva delle Coppa Italia e il suo Capitano, Hamsik, fissa un nuovo obiettivo da raggiungere al più presto.nella foto: Marek Hamsik

Il capitano del Napoli, Hamsik, al termine della partita ocntrola Juventus valevole per la FInale di Coppa Italia si dice deluso poichè la prestazione della propria squadra è stata molto elevata e sposta l'obiettivo degli azzurri al secondo posto in classifica entro la fine del campionato

Il Napoli non riesce a passare alla fase successiva delle Coppa Italia e il suo Capitano, Hamsik, fissa un nuovo obiettivo da raggiungere al più presto.

Nella serata di ieri si è disputato il ritorno della seconda Semifinale di Coppa Italia, valevole per la Finale. Napoli e Juve si sono sfidate al San Paolo, infuocato dal calore dei tifosi partenopei. Gli azzurri hanno giocato molto bene, combattendo fino all’ultimo senza mai arrendersi. La partita, nonostante il 3 a 2 del Napoli, ha visto vittoriosi i bianconeri che volano in Finale.

Al termine della partita, dopo che le critiche sull’arbitraggio e su alcuni episodi di gioco, il Capitano partenopeo si sfoga sul proprio sito, dicendosi deluso dopo aver giocato molto bene senza ottenere la gloria finale. Egli fissa un obiettivo non da poco che deve essere raggiunto a partire dalla prossima, fondamentale, partita. Il Napoli, infatti, volerà a Roma nel week end per sfidare la Lazio all’Olimpico.

Sarà una partita difficile perchè entrambe hanno tutto da perdere.

Il focus del Napoli, sempre secondo quanto dichirato da Hamsik, si è spostato sulla conquista del secondo posto che permetterebbe loro di competere in Champions League senza affrontare i preliminari.

Tornando alla partita di ieri, il Capitano ringrazia i suoi tifosi per l’atmosfera caldissima del San Paolo che sicuramente ha aiutato gli azzurri a non arrendersi di fronte alle difficoltà di gioco contro la Juventus, altrettanto agguerrita nonostante avesse gioco facile.

Una curisità: lo sloveno col gol di ieri (il secondo consecutivo contro la Juve), raggiunge quota 112 goal in azzurro, avvicinandosi sempre di più al primato di Maradona (per quanto riguarda il Napoli), registrato negli anni Novanta. Ha ancora sette partite per raggiungere il Pibe de Oro e sottrargli lo scettro di all time bomber.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche